Le pagelle di Silverstone: Capolavoro Rins, delude la Ducati

Le pagelle di Silverstone: Capolavoro Rins, delude la Ducati

26 Agosto 2019 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Anche per il gp di Silverstone è tempo di pagelle, con i voti per i protagonisti del gp britannico vinto da Alex Rins davanti a Marc Marquez e Maverick Vinales.

Alex Rins 10: Prestazione da campione, si riscatta dopo alcuni weekend deludenti con una gara gestita magistralmente vinta con un sorpasso spettacolare. Colpisce il modo in cui reagisce alle continue provocazioni di Marquez in pista dandogli la paga all’ultima curva, in un modo inimmaginabile. Il pensiero è che con una Suzuki che abbia un motore più performante si possa giocare addirittura il mondiale.

Marc Marquez 7,5: Solito stile in pista, inizia a diventare quasi irritante, cercando di destabilizzare gli avversari in modo ridicolo ostentando una superiorità che a Silverstone non si è vista. Oscene le dichiarazioni a fine gara, la verità è che ha perso l’ennesimo corpo a corpo della sua carriera, nonostante questo si avvia verso un altro titolo mondiale.

Maverick Vinales 8: Una gara a cui Vinales ci sta abituando, grande seconda parte di gara che lo porta vicinissimo ai primi, inoltre relega il suo compagno di squadra a più di 10 secondi, non è poco. Migliore delle Yamaha all’arrivo, Yamaha che al momento sembra la quarta forza del mondiale.

Valentino Rossi 5,5: Veloce per tutto il weekend, l’obbiettivo minimo era il podio. Fallisce in modo clamoroso, non riuscendo a emulare il passo gara del WarmUp e delle FP4 in cui dava l’impressione di essere competitivo. La sufficienza è utopia, riesce a prendere 10 secondi da Vinales.

Franco Morbidelli 7: Buona la gara di Franky che porta a casa una buona quinta posizione, dimostrando di essere in crescita. Serve qualcosa in più per essere ai livelli di Quartararo.

Cal Crutchlow 5: Delude, nel suo gp di casa ci si aspettava qualcosa in più.

Danilo Petrucci 5: L’impressione è che dopo il rinnovo si sia spento lentamente. Sta deludendo sempre di più, che la Ducati si stia pentendo di questa scelta?

Andrea Iannone 6,5: Top10 con l’Aprilia, aiutato anche dall’Harakiri Ktm, però lui ci prova sempre, voto sulla fiducia, lavora molto sullo sviluppo della moto, sperando in qualche risultato per il prossimo anno.

Fabio Quartararo S.V.: Ingannato forse da un’imbarcata di Rins, peccato per l’errore, ma soprattutto peccato perchè aveva tutte le carte in regola per giocarsi la vittoria.

Andrea Dovizioso S.V.: Vince a mani basse il premio pilota più sfortunato della stagione. Se c’è un disastro, si ritrova sempre in mezzo senza colpe. Per fortuna molto probabilmente il tutto si è risolto solo con un grande spavento.

+ posts