F1 | Le pagelle del gran premio d’Austria: super Bottas, impressiona Norris. Miracolo Leclerc, flop Hamilton

F1 | Le pagelle del gran premio d’Austria: super Bottas, impressiona Norris. Miracolo Leclerc, flop Hamilton

6 Luglio 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Prime pagelle stagionali per i protagonisti della Formula 1. Primo gran premio che ha visto la vittoria di Valtteri Bottas, davanti a Charles Leclerc e Lando Norris, al primo podio in carriera. Quarto Hamilton, decimo Vettel. Ritirate le due Red Bull.

Valtteri Bottas 10: Appare magicamente in qualifica dopo un venerdì da guardiano di Hamilton. Si mette davanti in Q3 e non molla più la prima posizione fino al traguardo di domenica. Bravo a gestire le tre Safety Car, bravo a tenere il suo compagno di squadra sempre a debita distanza, è stato perfetto. Con la giusta costanza può giocarsi il titolo.

Charles Leclerc 10: Lui c’è, la Ferrari no. Una gara intera a soffrire con la sua SF1000, sfrutta le occasioni a fine gara superando prima Norris all’esterno con un capolavoro, poi Perez con una staccata profondissima. Favorito anche dalla penalità di Hamilton, ma portare a podio questa vettura qua è un mezzo miracolo. Il team gli ha scaricato tutta la pressione addosso, sta già dimostrando di avere le spalle larghissime.

Lando Norris 10: Cosa gli volete dire? Si tiene il compagno alle spalle con forza, attacca Perez con decisione e si prende il podio con un ultimo giro semplicemente perfetto. Un weekend da sogno per il pilota più giovane del lotto, la McLaren sa di avere un gioiellino in casa. Bravo il team di Woking a credere in lui.

Lewis Hamilton 5,5: Il suo weekend perfetto finisce al termine delle FP3 del Sabato. Poi magicamente scompare. Troppi errori in qualifica, dove fatica a mettere un giro buono, sale molto bene in gara, ma poi il contatto con Albon e la penalizzazione lo condizionano pesantemente. Riesce anche nell’impresa di perdere il podio a favore di Norris. Non una delle sue gare migliori.

Carlos Sainz 6,5: Perde nettamente il confronto con il suo compagno di squadra, troppo restio nell’attaccare Leclerc. Il 2020 è ancora lungo, e se la McLaren è al livello della Ferrari non è certo questo il modo di giocarsela. Si porta a casa comunque un buon quinto posto.

Sergio Perez 5,5: Errori troppo banali per un pilota del suo calibro, il podio oggi era alla portata della sua Racing Point. Team che mostra tutti i suoi limiti nella strategia, penalizzato nel non cambiare gli pneumatici in regime di Safety Car. Rimandato.

Pierre Gasly 7,5: Da quando è tornato nel team satellite sembra ritornato il Gasly della Formula 2. Un bel pilota, ottimo il settimo posto per un’AlphaTauri che ha sofferto per gran parte del weekend.

Esteban Ocon 6: Sempre distante dal compagno di squadra, giustificato dal fatto che non vede la pista da un anno e mezzo. Può far bene, le capacità ci sono, la Renault anche.

Antonio Giovinazzi 7: Buona la sua gara, nonostante un Alfa Romeo che presenta grossi limiti tecnici. Sta costantemente davanti al suo compagno di squadra, si porta a casa un’ottima nona posizione, calcolando che partiva dalla penultima fila.

Sebastian Vettel 4,5: Lotta per tutto il weekend con la sua vettura, la perde addirittura in frenata prima di appoggiarsi a Sainz, il che spiega molto del bilanciamento della sua monoposto. Un vero peccato per il pilota tedesco, ma la sua gara è sicuramente insufficiente, nonostante i limiti della sua SF1000.

Nicholas Latifi 6: Rischia il colpaccio al debutto portando la Williams semplicemente al traguardo. Tutta esperienza, che non guasta mai.

+ posts