F1 | La preview del Gran Premio di Spagna.

F1 | La preview del Gran Premio di Spagna.

11 Agosto 2020 0 Di Nicola Cobucci

La Formula 1 arriva in Catalogna al termine del doppio weekend di Silverstone, che ci ha regalato una Mercedes inaspettatamente vulnerabile. Riuscirà Max Verstappen a confermare quanto di buono fatto vedere sul circuito inglese?

Un ferragosto infuocato aspetta i tifosi della Formula 1. In un insolito periodo della stagione, si arriva in Spagna con un solo obiettivo: dare la caccia a Lewis Hamilton. Il pilota della Mercedes, nonostante tutto, esce dai due weekend sul circuito di casa sempre più leader del mondiale. Chi ha rischiato di fare il colpaccio grosso è stato sicuramente Max Verstappen: senza la sosta ai box nel Gran Premio di Gran Bretagna avrebbe probabilmente vinto con una settimana d’anticipo, pneumatici permettendo. Per fortuna non ha dovuto aspettare molto per conquistare la prima vittoria di questo strano 2020. Chi ancora una volta non è riuscito a convincere è stato Valtteri Bottas: l’unico lampo è arrivato nelle qualifiche di sabato scorso, poi il buio totale. In grande spolvero Charles Leclerc, che va via dalla Gran Bretagna con un terzo e un quarto posto che alla vigilia sembravano pura utopia. Va male a Sebastian Vettel, che fatica a trovare il giusto feeling con la sua Lucilla. Si parla di un telaio nuovo per il Gran Premio di Spagna: riuscirà a risolvere tutti i problemi?

Il circuito

Inaugurato nell’ormai lontano 1991, il circuito permanente di Barcellona (prima, nella città catalana, si sono disputate quattro edizioni del Gran Premio di Spagna sullo stradale del Montjuic, l’ultima delle quali vide nel 1975 la Hill di Rolf Stommelen piombare sulla folla causando quattro morti, sei feriti e una lunga convalescenza per il pilota tedesco) è stato più volte modificato: nel 1994 è stata eliminata la chicane Nissan, nel 2004 la curva Caixa è stata addolcita e nel 2007 è stata introdotta una nuova chicane. E’ uno dei circuiti più completi per varietà di situazioni, con un asfalto fortemente abrasivo che mette a dura prova gli pneumatici; non a caso ospita i test precampionato (nel 2016 per ben otto giornate). Il vento è sempre un’insidia per quanto riguarda la messa a punto delle monoposto, che raggiungono punte massime molto elevate sul rettilineo d’arrivo (il più lungo dell’intero Mondiale). Da tenere d’occhio la veloce curva destrorsa Campsa, che ha un lieve scollinamento che preclude la visibilità del punto di corda; sulla curva Renault, dove si transita a circa 230 km/h, l’accelerazione laterale raggiunge picchi di 4G. Nel 2019 Bottas ha avuto la meglio su Hamilton in qualifica, ma quest’ultimo si è rifatto in gara: i due in quella occasione hanno portato alla cifra record di cinque le doppiette consecutive per la Mercedes.

Albo d’oro

  • 6 vittorie: Michael Schumacher
  • 4 vittorie: Lewis Hamilton
  • 3 vittorie: Jackie Stewart, Mika Hakkinen, Nigel Mansell, Alain Prost
  • 2 vittorie: Emerson Fittipaldi, Mario Andretti, Ayrton Senna, Kimi Raikkonen, Fernando Alonso
  • 1 vittoria: Juan Manuel Fangio, Mike Hawthorn, Graham Hill, Niki Lauda, Jochen Mass, James Hunt, Patrick Depailler, Gilles Villeneuve, Damon Hill, Jacques Villeneuve, Felipe Massa, Jenson Button, Mark Webber, Sebastian Vettel, Pastor Maldonado, Nico Rosberg, Max Verstappen

Il meteo

Meteo che non dovrebbe regalare sorprese. Temperature molto alte, occhio alle gomme che potrebbero regalare ancora una volta imprevedibilità.

Orari

Venerdì 14 agosto
Libere 1: 11:00-12:30
Libere 2: 15:00-16:30

Sabato 15 agosto
Libere 3: 11:00-12:00
Qualifiche: 15:00-16:00

Domenica 16 agosto
Gara: 15:10

TV8, differita
Sabato 15 agosto
Qualifiche: 18:00-19:00

Domenica 16 agosto
Gara: dalle 18:00

+ posts