F1 |Le pagelle del Gran Premio del Portogallo: Hamilton fa 92, disastro Albon.

F1 |Le pagelle del Gran Premio del Portogallo: Hamilton fa 92, disastro Albon.

27 Ottobre 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 3 Minuti

Tempo di voti per i protagonisti del Gran Premio di Portogallo. Sul circuito di Portimao si impone ancora una volta Lewis Hamilton, che supera Michael Schumacher conquistando la vittoria n° 92. Sul podio con lui i soliti Valtteri Bottas e Max Verstappen.

Lewis Hamilton 10: Novantaduesima vittoria in carriera, mai nessuno come lui. A modo suo, risponde a chi lo critica di non saper regalare emozioni: svantaggiato dalla pioggia iniziale, recupera terreno su Bottas e lo distrugge ancora una volta. Dimostra di poter prendere in giro tutti, in primis il suo compagno di squadra. Apre la radio per chiedere un cambio gomme dopo una decina di giri, qualche tornata più tardi è il più veloce in pista. È l’unico modo che ha per divertirsi, al momento è inarrivabile per tutti.

Valtteri Bottas 5,5: Sarà anche un voto basso per chi arriva in seconda posizione, su questo non ci sono dubbi. Ma 25 secondi di distacco dal vincitore, nonché tuo compagno di squadra, sono un po’ tanti. Soprattutto guidando un’astronave. Dà l’impressione di soffrire psicologicamente Hamilton sempre di più. Chiede le gomme soft sul finale: per fortuna il team non avalla la sua folle scelta.. Rischiava di perdere anche la seconda posizione. Male male..

Max Verstappen 7,5: Aveva una grande opportunità al via. Era l’unico nelle prime due file a partire con le gomme soft, da un pilota con il suo talento ci si aspetta sempre qualcosa in più. Invece prima si prende con Perez, poi si lascia sfilare da Sainz. Probabilmente anche raggiungendo la testa nelle fasi iniziali non avrebbe vinto, ma alle parole che spesso rivolge nei confronti di Hamilton dovrebbero seguire qualche fatto in più. Chance sprecata.

Charles Leclerc 7,5: Solido weekend del pilota monegasco, che approfitta dei miglioramenti della sua SF1000 per portare a casa punti importanti in ottica quarto posto. Bravo in qualifica a prendersi la Q3 con le gomme medie. Con le soft avrebbe sofferto molto. Quando la sua vettura ha un minimo di competitività lui c’è.

Pierre Gasly 9: Un’altra grande prestazione da parte del pilota francese dell’AlphaTauri. Il fatto che rischi di non avere un posto in Formula 1 nel 2021 è grave. Quinta posizione conquistata con grinta e caparbietà, gran bella lotta con Perez. In classifica ha quasi cinque volte i punti del suo compagno di squadra. Sta disputando una stagione fuori dal normale.

View this post on Instagram

E anche oggi, lotta serrata!

A post shared by Fuori Pista | Nicola Cobucci (@fuori.pista) on

Carlos Sainz 7,5: I suoi primi sono spettacolari. Si prende la gloria di percorrere qualche giro in testa alla gara, salvo poi arretrare fino alla sesta posizione. Una McLaren che sembra in leggero calo, il pilota spagnolo invece sta mostrando dei guizzi molto interessanti. Sembra pronto per la Ferrari.

Sergio Perez 8: Parte bene, salvo poi incappare in un incidente di gara con Max Verstappen. Riparte dal fondo del gruppo, riesce a risalire fino alla quinta posizione che sembrava alla portava. Poi una scelta strategica sbagliata compromette il suo finale di gara. Lotta, ma non può nulla contro Gasly e Sainz. Un pilota del genere non può non avere un sedile.

Esteban Ocon 7: Uno dei pochi weekend in cui è riuscito a stare davanti al suo compagno di squadra sotto la bandiera a scacchi. Mastino, effettua quasi tutta la gara con le gomme medie riuscendo ad avere un passo molto costante. Ci si aspettava qualcosa in più sul finale.

Daniel Ricciardo 5,5: Non il migliore dei weekend per il pilota australiano. Sottotono.

Sebastian Vettel 5,5: In ripresa, tutto sommato il suo passo gara non è così malvagio. Strana la scelta di cambiare le gomme medie, le più performanti sul tracciato portoghese, così presto. Usato come “test” per Leclerc con gli pneumatici duri? Probabile. Un punto che fa morale, con la giusta macchina e soprattutto con un nuovo team ci mostrerà il suo valore.

Kimi Raikkonen 8: Incredibile come ogni volta che fa una grande gara riesce a non andare a punti. Partenza mostruosa, capolavoro. Lotta e vende la pelle a caro prezzo, dà tutta l’impressione di voler continuare anche il prossimo anno. Sperando in un Alfa Romeo più competitiva.

Alexander Albon 4: No, così non va bene. Un giro di distacco dal tuo compagno in gara, mezzo secondo fisso in qualifica da Max. Così non va per niente bene. E il sedile Red Bull è sempre più lontano.

View this post on Instagram

Le “Pagelline Ignoranti” del Gran Premio di Portogallo. Lewis Hamilton 1: È talmente superiore che si crea i problemi da solo. Prima trolla tutti dichiarando che le sue gomme sono finite, poi supera Bottas e inizia a stampare giri record a raffica. Insomma, potrebbe tirare su una pagina di meme comunque migliore della mia (non che ci voglia molto). Inscena addirittura un crampo. Da pilota ad attore il passo è breve. Dominatore. Valtteri Bottas 2: Regala sempre l’impressione di essere ad un passo dal weekend perfetto, poi scompare. Campione delle prove libere, della Q1 e della Q2 e soprattutto del “come faccio ad avere un sedile in Mercedes mentre Russell rischia di andare fuori dalla Formula 1” Esteban Ocon 10: Mi è giunta voce che stia ancora girando a Portimao con le gomme medie. Probabilmente la Renault cercherà di fargli disputate anche il weekend di Imola con lo stesso set. In tempi di pandemia, meglio risparmiare. Kimi Räikkönen 9: Prestazione che tutti, giocando a Formula 1 sulla PlayStation, abbiamo emulato almeno una volta nella vita. Soprattutto settando la difficoltà dell’IA su “principiante”. Lance Stroll 4: In una gara in cui tutti si fanno passare becca l’unico stronzo che lo manda sul cordolo pur di non farsi superare. Viene criticato da tutti i piloti, fossi in loro starei zitto e non farei arrabbiare papà Lawrence. Che vi compra e vi usa come nani del giardino di una delle tante case sparse nel mondo. Please Free-Lance.

A post shared by Fuori Pista | Nicola Cobucci (@fuori.pista) on

George Russell 7: Quattordicesimo in qualifica, quattordicesimo in gara. Si prende il lusso di mettersi Vettel alle spalle al sabato, lotta dignitosamente in gara.

Antonio Giovinazzi 5: Weekend no per il pilota italiano.

Lance Stroll 3: Prestazione da dimenticare per il pilota canadese.

+ posts