MotoGP | Jorge Lorenzo: “Tester Aprilia? È un’opzione.

MotoGP | Jorge Lorenzo: “Tester Aprilia? È un’opzione.

30 Ottobre 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Il tre volte campione del mondo MotoGP Jorge Lorenzo ammette che il ruolo di collaudatore in Aprilia rappresenta un’opzione per il 2021, ma la sua priorità è rimanere con la Yamaha.

Jorge Lorenzo è tornato in Yamaha in inverno come collaudatore ufficiale dopo il ritiro dalle corse alla fine dello scorso anno.

Tuttavia, a causa del COVID-19, Lorenzo ha avuto solo tre giorni e mezzo di test da febbraio sulla M1 2019. Secondo Motorsport.com Andrea Dovizioso sta trattando con la Yamaha per un ruolo da collaudatore, con Lorenzo potrebbe andare in Aprilia. In un’intervista con il giornale spagnolo AS, Lorenzo ha confermato che l’Aprilia è un’opzione, ma vuole restare con la Yamaha se possibile.

“Come ho detto poche settimane fa, voglio continuare come tester e la mia prima opzione è ancora la Yamaha. Ho vinto con loro e mi trovo molto bene con la moto, ma ci sono anche altri opzioni.

“L’altra opzione è Aprilia, sì. Ho parlato con Lin Jarvis e mi ha detto che presto avrebbe avuto notizie dal Giappone sul piano che vorrebbero attuare per il prossimo anno, sto aspettando di avere sue notizie.”

“La Yamaha ha la priorità, perché la squadra attuale ha sempre la priorità in tutti i casi, per la comodità di conoscere già le persone e per quello che ho ottenuto con loro in passato, perché la Yamaha è l’unica fabbrica in cui sono stato campione della MotoGP e perché la M1 per me è sempre stata una moto naturale.”

L’ultimo test di Lorenzo sulla M1 in Portogallo si è concluso a quattro secondi dal giro di Aleix Espargaro. Ma basare la sua forma su quel test sarebbe un “grosso errore” in quanto il test del Portogallo non è stato pianificato, e quindi Lorenzo aveva alleggerito il suo allenamento.

“A giugno, sono stato informato dalla Yamaha che sicuramente non ci sarebbero stati più test”, ha spiegato. “Quindi ho abbassato il ritmo di allenamento perché non sapevo cosa avrei fatto l’anno prossimo. Massimo Meregalli mi ha detto che c’era questo test a Portimao per aiutarli a preparare la gara e ho iniziato ad allenarmi come meglio potevo. Mancava poco tempo e non sono arrivato nella forma migliore, inoltre non guidavo una MotoGP da otto mesi. Quindi perdi tutto, perdi il tuo ritmo, i tuoi riflessi, il tuo tempo di reazione rallenta e fino a quando non riavrai tutto quello che ti serve.

Lorenzo ritiene inoltre che sarà “impossibile” per la Yamaha trovare un collaudatore che possa guidare la Yamaha in modo naturale come lui.

+ posts