MotoGP | Morbidelli: “Sarò aggressivo.”

MotoGP | Morbidelli: “Sarò aggressivo.”

3 Novembre 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Franco Morbidelli non si è trattenuto dopo essersi portato a 25 punti dalla vetta della classifica: “Voglio essere aggressivo in queste ultime gare di Valencia e Portimão per vedere cosa possiamo ottenere.”

La seconda vittoria stagionale ha portato Franco Morbidelli a meno di 25 punti dal leader del mondiale Joan Mir , con tre round alla fine e 75 punti ancora da assegnare. Dei primi sei contendenti al titolo, l’italiano è l’unico vero pilota satellite, utilizzando una moto con specifiche meno aggiornate rispetto alle Yamaha Factory di Maverick Vinales , Valentino Rossi e il suo compagno di squadra nel team Petronas Fabio Quartararo .

Potenzialmente potrebbe essere il più “pericoloso” dei piloti in lotta per il campionato, perché paradossalmente non ha nulla da perdere e tutto da guadagnare. In ogni caso, Morbidelli intende essere “aggressivo” nelle restanti gare “per vedere cosa può ottenere.”

“È bello approcciarsi alle ultime tre gare dell’anno dopo aver vinto ad Aragón. Valencia può essere un circuito difficile quando si guida una MotoGP, perché è stretto e le moto hanno così tanta potenza su una pista piuttosto piccola rispetto ad altre categorie. Ma è un posto che amo, perché è dove ho fatto il mio primo passo nel motorsport in un campionato spagnolo.”

“Mi sento benissimo sulla moto, lavoreremo per mantenere lo stesso feeling su questo circuito e lotteremo ancora per i primi posti. Ci arriviamo a soli 25 punti dall’essere in cima alla classifica, quindi voglio essere aggressivo in queste gare finali per vedere cosa possiamo ottenere”.

Mentre Morbidelli ha conquistato la vittoria ad Aragon, Vinales e Quartararo arrancavano al settimo e ottavo posto sulle loro moto a 14 secondi dalla vittoria.

“La nuova Yamaha [Factory-Spec] ha, ovviamente, dei punti di forza e dei punti deboli rispetto alla mia Yamaha [A-Spec] “, ha affermato Morbidelli.

“Quindi è difficile confrontare i dati in realtà, perché i risultati che vedi sono così diversi perché le moto che stai analizzando sono effettivamente diverse”.

Un nuovo sviluppo comune non solo alle Yamaha ma a molte altre moto in griglia è il nuovo ammortizzatore Ohlins. Poiché la parte in questione è a disposizione di tutti, la chiave per ottenere un vantaggio è trovare un set-up che sfrutti i punti di forza del nuovo ammortizzatore il più rapidamente possibile.

“Sì, abbiamo provato l’ammortizzatore [ad Aragon 2] e sembrava che avessimo più presa di spigolo”, ha confermato Morbidelli. “Questo è quello che ci mancava [nel primo weekend di Aragon]. Siamo stati in grado, e penso che questa sia stata la chiave, di adattare il setting molto velocemente a questa modifica. Siamo andati alla grande in gara, dopo aver fatto un lavoro così straordinario nel mettere a punto la moto in così poco tempo con questo ammortizzatore diverso.”

Ha concluso: “Abbiamo provato a mettere a punto la moto per quando il grip delle gomme stava calando, ed è stato ripagato perché mi sono sentito benissimo per tutta la gara. Quindi grazie alla squadra. Hanno fatto un ottimo lavoro. Se ho vinto è sicuramente grazie a loro.”

+ posts