MotoGP | Le pagelle del GP di Valencia: Morbidelli da urlo, Mir fa il compitino e vince il titolo.

MotoGP | Le pagelle del GP di Valencia: Morbidelli da urlo, Mir fa il compitino e vince il titolo.

16 Novembre 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 3 Minuti

Tempo di voti per i protagonisti della MotoGP. A Valencia è arrivata la terza vittoria stagionale per Franco Morbidelli, dopo un bel duello con Jack Miller. Sul gradino più basso del podio c’è ancora una volta Pol Espargaro. Joan Mir è il nuovo campione del mondo.

Franco Morbidelli 10: Franky says Relax, ma che sudata all’ultimo giro! Ha il grande merito di gestire la gara sfruttando la sua Yamaha nel modo migliore possibile: scappando. Miller lo riprende nel finale, ma il buon Morbido si mostra bello pimpante e risponde colpo su colpo fino a portare a casa la terza vittoria stagionale. Un finale di stagione in crescendo, a Portimao si giocherà l’orgoglio e la possibilità di essere la miglior Yamaha in campionato.

Jack Miller 9: Anche per lui, un finale di stagione in crescita, nonostante una Ducati che fatica ancora. È maturato molto nel corso della stagione, alla fine è il pilota della casa di Borgo Panigale ad essere salito più volte sul podio. Peccato per il lungo alla prima curva, che non gli ha consentito di sfruttare la gomma più morbida all’anteriore, ma a Valencia il pilota australiano si è mostrato finalmente competitivo da inizio a fine gara. Bravo!

Pol Espargaro 8: Ah che solido questo ragazzo. Secondo terzo posto consecutivo, è un vero peccato che lasci la KTM senza una vittoria dopo essere stato per anni in difficoltà. Ha avuto il merito di credere nella casa austriaca anche nelle difficoltà, ora raccoglie i frutti e si giocherà la chance della carriera in HRC. Molto maturato in questa seconda parte di stagione: riesce ad accontentarsi e non cade da Catalunya. Inoltre questo a Valencia è il quinto terzo posto stagionale. Mica male.

Alex Rins 8: Partiva lontanissimo, è arrivato a soli 3 secondi e rotti dal podio. Si conferma molto competitivo, l’errore di Le Mans pesa sul complessivo della sua stagione. Poteva ancora essere in lotta per il mondiale. Tuttavia quest’anno è sembrato molto più costante. Speriamo sia di buon auspicio per il prossimo anno. Ha già dimostrato di poter essere uno in grado di battere anche Marquez.

Brad Binder 7,5: Sta nascendo il weekend alla Binder: qualifica da dimenticare, prima parte di gara anonima e seconda parte mostruosa. Così come a Brno, anche a Valencia il pilota sudafricano si fa notare alla distanza. Se migliorasse qualifica e prima parte di gara potrebbe essere un bel cavallo per il prossimo anno.

Miguel Oliveira 6,5: Sulla sua Valencia è l’ultima delle KTM. È sicuramente un buon risultato, ma forse ci si aspettava qualcosina in più.

Joan Mir 6: Il campione del mondo non brilla particolarmente. Non ha tutti i torti, meglio vincere un mondiale che fare la figura del pollo per provare a portare a casa un podio. Grande professionalità nel conquistare il titolo senza sforzi. Voto 10 alla stagione, sono curioso di vederlo a Portimao libero da pensieri mondiali.

Andrea Dovizioso 6,5: Si salva dopo l’ennesima qualifica disastrosa. Da 17° riesce a risalire fino all’ottava piazza, in volata con il nuovo campione del mondo. L’unica pecca è essere arrivato 8 secondi dietro a Miller, che ha la sua stessa moto.

Aleix Espargaro 7: Vero è che prende 15 secondi dal primo, ma riesce comunque a portare la sua Aprilia al traguardo e in Top Ten. In crescita, da migliorare la seconda parte di gara.

Maverick Vinales e Valentino Rossi 4,5: Probabilmente hanno poche colpe, qualcosa non va nella moto sul circuito di Valencia. Ci vuole una risposta a Portimao. Almeno arrivano al traguardo senza far danni, a differenza di qualcun altro.

MotoGP | Gp Valencia 2 Qualifiche: Valentino Rossi, “La Yamaha forse non mi  ascolta”

Pecco Bagnaia 4: Finale di stagione da incubo. Che fine ha fatto?

Fabio Quartararo 2: Che succede?

Takaaki Nakagami 3: Dopo Aragon non riesce a stare più in piedi, nonostante la velocità mostrata. Passo indietro.

+ posts