F1 | Lewis Hamilton: “Ho ancora fame.”

F1 | Lewis Hamilton: “Ho ancora fame.”

17 Novembre 2020 1 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Il neo-incoronato sette volte campione del mondo Lewis Hamilton afferma di non sentirsi “ancora al limite” in termini di ciò che può ottenere in F1.

Il neo-incoronato sette volte campione del mondo Lewis Hamilton afferma di non sentirsi “ancora al limite” in termini di ciò che può ottenere in Formula 1. La 94esima vittoria in carriera nel Gran Premio di Turchia di domenica gli ha permesso di  conquistare il settimo titolo del mondiale piloti,  che lo ha visto raggiungere Michael Schumacher.

Hamilton ha ottenuto la sua decima vittoria su 14 gare finora in questa stagione, in condizioni di bagnato infido in uno scivoloso Istanbul Park con oltre 30 secondi di vantaggio. Il titolo del 2020 si aggiunge a quelli del 2008, 2014, 2015, 2017, 2018 e 2019.

E Hamilton, che dovrebbe concordare un nuovo accordo per rimanere con la Mercedes il prossimo anno nelle prossime settimane, insiste sul fatto che si sente tutt’altro che arrivato, poiché cercherà di diventare il pilota col maggior numero di titoli nella storia della Formula 1 vincendo un ottavo campionato del mondo nel 2021.

“Sento che questo è stato una delle mie migliori stagioni e mi sento come se stessi migliorando”, ha detto Hamilton al sito ufficiale della Formula 1 .

“Probabilmente non è quello che la gente forse vorrebbe sentire e ci saranno degli ostacoli davanti, ma va bene così. Ad un certo punto inciamperò, ma va bene. Fa parte del processo di crescita e lo accolgo con favore. Tuttavia, sono più consapevole di come navigare tra questi e come superarli rapidamente e imparare da loro.”

Alla domanda su quando inizierà a concentrarsi sulla conquista dell’ottavo titolo mondiale da record, Hamilton ha risposto: “Ci sarà tempo per pensarci, in quest’anno ho imparato che è meglio viversi il momento. Mi sto godendo il momento perché passerà. Quindi cercherò di apprezzarlo il più possibile. Nel nuovo anno poi inizierò a guardare cosa c’è dopo, dove posso essere migliore e cos’altro voglio fare nel mondo. Quello che posso dire è che voglio restare qui, non ho ancora raggiunto il limite.”

Hamilton ha rivelato di aver lavorato molto duramente dietro le quinte nella sua incessante ricerca di miglioramento, dicendo che ha quest’anno ha studiato più che mai.

“La gente può pensare che sembra facile, ma è tutt’altro”, ha spiegato. “Mi ci è voluto molto, molto tempo per essere bravo come sono. Penso di aver sempre avuto il talento, probabilmente ho sempre avuto gli strumenti, ma ho giocato con la cassetta degli attrezzi senza sapere cosa fare con quegli strumenti. Li ho messi a punto e penso che mi stia concentrando solo sulle cose. Ogni anno scrivo dove non sono eccezionale, perché ci sono molti aspetti in cui non sono eccezionale. Ci vuole molto studio e ho studiato di più quest’anno di quanto avrei fatto l’anno scorso e ho avuto più tempo per farlo.  La quantità di lavoro che svolgo dietro le quinte è probabilmente il motivo per cui vedi i risultati che ottengo oggi.”

+ posts