F2 | Drugovich domina la Feature Race. Ilott 2°, Schumacher 4°.

F2 | Drugovich domina la Feature Race. Ilott 2°, Schumacher 4°.

28 Novembre 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Felipe Drugovich ha vinto la Feature Race di Formula 2 in Bahrain superando due volte Callum Ilott, mentre il leader della classifica Mick Schumacher è risalito fino al quarto posto.

Drugovich e Ilott sono stati gli unici in testa al gruppo a partire con la tradizionale strategia media-dura, e il brasiliano ha effettuato un’ottima partenza che gli ha permesso di portarti in vetta.

Da lì, i due sono stati raggiunti da Marcus Armstrong e da Schumacher – entrambi sulla strategia alternativa – con quest’ultimo che è partito brillantemente dalla decima posizione.

Nonostante Schumacher abbia toccato Zhou in curva 5 nel primo giro, rompendo l’ala anteriore di quest’ultimo, Schumacher è scappato senza danni. L’incidente ha effettivamente eliminato Zhou dalla lotta per il titolo, sebbene le sue possibilità fossero comunque limitate.

Ilott è sembrato abbastanza tranquillo alle spalle di Drugovich nella prime fasi della gara, mentre Schumacher ha superato Armstrong dopo che quest’ultimo ha bloccato le sue gomme almeno tre volte in poche curve.

Facendo il suo pit-stop prima di Drugovich, Ilott è stato quindi in grado di trarre vantaggio dall’undercut. Quando Schumacher è rientrato ai box, è uscito molto dietro ai due. A quel punto, Drugovich è tornato su Ilott per il comando passandolo in curva 1.

Da lì, ha esteso il divario e ha ottenuto la vittoria con 14 secondi di vantaggio, conquistando la sua terza vittoria della stagione.

Jehan Daruvala di Carlin ha conquistato il suo primo podio in F2 con il terzo posto, tenendo a bada Schumacher. Anche Daruvala, partito ottavo, ha iniziato con la strategia convenzionale, che si è rivelata l’opzione migliore della giornata. È stato sotto pressione fino alla bandiera a scacchi. Il compagno di squadra di Daruvala, Yuki Tsunoda, è riuscito a far funzionare bene la strategia alternativa dall’ultima piazza della griglia dopo il suo testacoda in qualifica. È andato lungo quanto Schumacher con la gomma dura e si è fatto strada nel gruppo nello stint con gomme medie per recuperare fino al sesto posto. Inizierà la gara sprint terzo e manterrà vive le sue speranze per il titolo.

Appena davanti a Tsunoda c’era Nikita Mazepin di Hitech GP, un altro pilota che rimane quasi in lizza. Armstrong è arrivato settimo dopo numerose difficoltà, appena davanti ad un anonimo Robert Shwartzman.

+ posts