F1 | Checo Perez: “Un grande team mi vorrebbe come terzo pilota. Ho già delle offerte per il 2022.”

F1 | Checo Perez: “Un grande team mi vorrebbe come terzo pilota. Ho già delle offerte per il 2022.”

30 Novembre 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Sergio Pérez ha analizzato la sua situazione, in attesa della decisione della Red Bull. In caso contrario, il messicano prenderà un anno sabbatico in cui potrebbe prendere in considerazione il suo ritiro definitivo dalle gare. Il pilota della Racing Point ha dichiarato di avere già offerte per tornare nel 2022 e anche che un grande team lo vuole come pilota di riserva per il prossimo anno.

Pérez ha ufficializzato le indiscrezioni sul suo 2021 e ha ribadito che se non troverà un sedile in Red Bull, non cercherà altri progetti sportivi.

“È un tutto o niente, o vado alla Red Bull o fuori dalla F1. Ma la Red Bull ha detto che prenderanno la decisione quando la stagione sarà finita. Il mio piano B è prendermi un anno sabbatico per considerare cosa voglio fare della mia vita, della mia carriera e poi vedere se posso tornare con un altro progetto nel 2022 o forse andrò in pensione definitivamente. Non voglio prendere una decisione affrettata ed è per questo che voglio prendere un anno sabbatico”, ha confermato Pérez.

Il pilota messicano ha confermato che la sua partenza dalla Racing Point è dovuta a una clausola del suo contratto con la quale il team anglo-canadese ha potuto fare spazio a Sebastian Vettel senza alcuna sanzione finanziaria o legale. D’altra parte, Pérez ha assicurato di avere già opzioni contrattuali con vari team per tornare in F1 nel 2022, quindi un anno sabbatico non lo spaventa. Inoltre, il messicano ha assicurato di avere un’offerta da “uno dei più grandi team di F1” per essere terzo pilota nel 2021.

“Ora non mi vedo in nessuna categoria diversa dalla Formula 1. Se non posso essere in F1 voglio prendermi del tempo per riflettere su ciò che voglio per il futuro della mia vita personale e professionale. Ho già alcune opzioni per tornare nel 2022. Non posso garantire che sarò in griglia nel 2022, perché se mi prendo un anno sabbatico dovrò riflettere e darmi tempo per decidere “.

Il messicano ha riconosciuto di essere stato in trattativa con la Red Bull, anche se ha assicurato di non conoscere ulteriori dettagli di quelli condivisi pubblicamente dallo stesso team di Milton Keynes. Oggi, il capo della Red Bull, Christian Horner, ha riconosciuto che Pérez è ancora in lizza per il sedile al fianco di Max Verstappen. “La Red Bull mi ha detto che prenderanno la decisione dopo la gara di Abu Dhabi e solo allora sapremo se mi vogliono. In questo momento non sanno nemmeno loro cosa vogliono fare con la squadra.”

+ posts