Quale futuro per Williams?

Quale futuro per Williams?

17 Gennaio 2021 0 Di Alberto Ghioni
Tempo di lettura: 1 Minuto

Dopo un anno decisamente in ripresa il team inglese ha cambiato proprietà ed ossatura, cosa si prospetta per il team di Nicholas Latifi e George Russell?

Un cambio di proprietà lascia sempre grandi punti interrogativi, soprattutto nei primi tempi, non solo ai tifosi del team in questione ma anche agli addetti ai lavori e alle figure importanti che lavorano nella Formula 1. Lo stesso Ross Brawn, in un’intervista a motorsport.com, ha detto che i nuovi proprietari dovevano tirare fuori il libretto degli assegni, come a sottolineare una certa riluttanza nello sborsare soldi per migliorare il team inglese.

Ma il Team Principal Simon Roberts ha fatto chiarezza sulle intenzioni del fondo Dorlinton capital, dicendo che è in programma un piano di investimenti, che si concentrerà principalmente su ciò che è necessario fare e su ciò che si può fare per migliorare il team. Insomma, quello che ogni fan vorrebbe sentirsi dire. Inoltre ha parlato di vari interventi di manutenzione alle varie strutture, con qualche miglioria volta a migliorare il lavoro all’interno del team.

Ha aggiunto di non voler guastare quello spirito di famiglia che si era formato alla Williams, così da rendere il team inglese un posto felice dove lavorare. Riferendosi alla precedente gestione, ovvero quella di Claire Williams, ha riferito come ci sia sempre un posto per lei quando vorrà passare a salutarli e tornare a sentire l’odore dell’asfalto. Inoltre si è anche augurato che ciò possa accadere nella stagione europea, aggiungendo di provare un incredibile rispetto per ciò che ha fatto negli ultimi anni, tenendo alto lo spirito nel team.

Infine ha parlato di come la proprietà stia provando a creare un team molto vario, assumendo persone provenienti da nazioni differenti e con storie diverse, che è uno dei più importanti aspetti della loro gestione.

Insomma un piano che, a detta del team principal, sembra essere valido, con l’augurio, condiviso credo da tutto il mondo della Formula 1, che un team così storico possa presto tornare ai livelli che gli competono, lottando per le prime posizioni.

+ posts