Toto Wolff su Russell: “Un altro anno in Williams lo aiuterà a crescere.”

Toto Wolff su Russell: “Un altro anno in Williams lo aiuterà a crescere.”

19 Gennaio 2021 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Il Team Principal della Mercedes Toto Wolff afferma che la chiave del progresso di George Russell non sta nel dover migliorare la sua velocità, ma correggere gli errori.

Russell è un contendente per il sedile della Mercedes nel 2022, in particolar modo dopo la bella prestazione al Gran Premio di Sakhir dello scorso anno, quando ha sostituito Lewis Hamilton alle prese con il Covid.

Ma mentre alcuni credevano che Russell avesse fatto abbastanza per meritare fin da subito un posto in Mercedes, Wolff è molto più cauto e crede che un altro anno alla Williams sarà importante per il giovane.

In particolare, Wolff ritiene fondamentale che Russell eviti errori come ad Imola, quando ha buttato via un possibile piazzamento a punti sotto il regime di Safety Car. Parlando con Autosport dei progressi di Russell, Wolff ha dichiarato: “Vincere i campionati di Formula 1 significa fare il minimo numero di errori. E questo arriva solo con la routine e l’esperienza. Mercedes si aspetta questo tipo di livelli di prestazioni. Ed è per questo che è necessario dare tempo ai giovani piloti.”

“Perché per quanto esuberanti possano essere percepiti dopo la prestazione di George che abbiamo visto, allo stesso tempo, i giovani piloti saranno criticati e criticati rapidamente, quando commettono errori in un ambiente come un top team. Ecco perché fare esperienze come a Imola, e imparare da quello, è molto importante per formare un pilota in grado di esprimere le proprie capacità ad alto livello.”

F1 | GP Imola – Williams, Russell: “Ho commesso un errore banale e mi è  costato caro” - F1inGenerale

Mentre Wolff pensa che Russell abbia spazio per crescere, è chiaro che ha piena fiducia nel talento del pilota britannico, che è stato confermato nella gara con la Mercedes.

“Abbiamo creduto in George perché non ci sono molti piloti là fuori che hanno vinto i campionati junior come esordienti, soprattutto non nei campionati molto competitivi di GP3 e F2”, ha detto Wolff.

“Per noi, [usarlo come sostituto di Hamilton] è stata una possibilità per confermare ciò che stavamo pensando di George. È stato un peccato che questa opportunità sia arrivata con Lewis che era fuori. Avrei voluto che fosse successo in un modo diverso, ma ci ha fornito una serie di dati da esaminare. E in un certo senso ha confermato le nostre sensazioni.”

+ posts