Checo Perez parla per la prima volta da pilota Red Bull: “Ci aspettano grandi momenti”

Checo Perez parla per la prima volta da pilota Red Bull: “Ci aspettano grandi momenti”

20 Gennaio 2021 0 Di Alberto Ghioni
Tempo di lettura: 2 Minuti

In un’intervista rilasciata al sito ufficiale della Red Bull, Sergio Perez ha parlato delle sue prime esperienze alla guida, del suo esordio in Formula 1 e di ciò che si aspetta dalla nuova avventura con la casa austriaca.

Inizia così la nuova avventura del messicano, con un’intervista rilasciata ai canali ufficiali del team di Milton Keynes, in cui ha parlato di molti temi a lui cari. Ha iniziato raccontando dei suoi esordi sui Kart, quando venne spinto ad iniziare da suo padre, che lavorava per un pilota messicano, Adriàn Fernandez ed è stato subito convinto che era il mestiere che avrebbe voluto intraprendere una volta cresciuto.

Antonio Pérez Garibay, papá de Checo Pérez, del automovilismo a la política

Ha poi iniziato a viaggiare sin da piccolo per partecipare a varie corse, assieme a suo padre, suo fratello (a sua volta un pilota) e vari meccanici, anche se inizialmente il pensiero di essere un pilota di Formula 1 non lo ha mai sfiorato propriamente, provenendo lui da una famiglia normale. Finché non ha trovato degli sponsor che gli permettevano di correre ogni weekend, ma ciò non includeva vitto ed alloggio, tanto che, come raccontato da lui stesso, quando andò in Germania fu costretto a vivere assieme agli chef del ristorante di colui che possedeva il team in cui correva.

Più volte ha avuto il pensiero di lasciare perdere e tornare a casa, avendo lasciato in Messico la sua infanzia, i suoi amici e la sua famiglia, ma grazie alla sua resilienza e determinazione è riuscito a perseguire i suoi sogni.

Ha poi raccontato delle sue stagioni in Formula 1, e di come il salto nella categoria maggiore non sia stato facile, soprattutto nel dover dare feedback continui e precisi a 15 ingegneri tutti assieme. Aggiunge poi che gli sembra molto strano di essere già alla sua 11° stagione nel circus e che non si sarebbe mai aspettato di entrare a far parte del team, non facendo parte dell’Academy, ma che non vede l’ora di iniziare a guidare per un team che ha fatto la storia della Formula 1.

Ha poi concluso parlando del suo nuovo Team Principal, Christian Horner, con cui ha già lavorato nel 2009, descrivendolo come una persona fantastica nonché un grande leader e elogiando tutti i dirigenti del team, poiché gli hanno dato questa grande occasione, aggiungendo che li ripagherà in pista, sperando che l’inno messicano suoni spesso sul podio.

Christian Horner, de Red Bull, se acercó a Checo Pérez



Questo è solo un estratto delle parole di Perez, l’intervista completa la trovi sul sito della Red Bull.

+ posts