F1 2021: uno scontro (anche) generazionale

F1 2021: uno scontro (anche) generazionale

4 Febbraio 2021 0 Di Giacomo Gagliarducci
Tempo di lettura: 5 Minuti

La Formula 1 diventa sempre più un teatro di scontro generazionale: scalpitanti giovani e vecchie ma intramontabili glorie…Vediamo cosa ci riserva il 2021!

La stagione 2021 di Formula 1, con tutta la griglia annunciata già da tempo, si preannuncia ricca di sfide in pista ma anche di un confronto importantissimo fra piloti di diverse generazioni; all’orizzonte abbiamo infatti in vista numerose battaglie fra le vecchie glorie ed i giovani nomi che sempre più cercano di farsi spazio nel circus della F1.

Nel 2021, fra il pilota più anziano, Kimi Raikkonen, e il più giovane, Yuki Tsunoda, troviamo una differenza di età di ben 21 anni: 41 per il campione del mondo finlandese, 20 per il rookie giapponese che sarà in forza all’Alpha Tauri.

I risultati più attendibili di questo scontro generazionale arriveranno con tutta probabilità dalle rivalità fra compagni di squadra: ben 4 sono le scuderie per cui gareggeranno coppie di piloti con almeno 10 anni di differenza e ben 5 quelle che vedranno sfidarsi un pilota giovane con uno che ha iniziato la propria carriera prima del 2014, prima cioè dell’inizio dell’era turbo ibrida.

Ma vediamo più nel dettaglio quali saranno queste rivalità preannunciate:

Red Bull – Perez / Verstappen – 7 anni

Ben 7 gli anni di differenza fra il messicano, classe 1990, ed il giovane talento olandese, classe 1997. 4 gli anni che separano invece i rispettivi inizi della carriera in F1. Nel 2021 i due saranno per la prima volta confrontabili direttamente, sulla stessa monoposto. Piccola curiosità: Verstappen ha battuto il proprio compagno di squadra nella classifica finale 4 volte su 6 totali (67%) mentre Perez per 7 volte su 10 (70%) e non ha mai perso il confronto diretto con il compagno di squadra dal 2015. I due avranno a disposizione quella che probabilmente si confermerà come la seconda forza del campionato quindi potranno con tutta probabilità anche aspirare ad alcune vittorie oltre ad avere un abbonamento sicuro per il podio. L’unica cosa che non dobbiamo dimenticarci è che Verstappen è uno dei piloti più talentuosi della griglia e sarà sicuramente un osso duro…Checo è avvisato

Mclaren – Ricciardo / Norris – 10 anni

10 anni di differenza fra il giovane talento Norris e l’australiano Daniel Ricciardo. I due guideranno per la prima volta la stessa monoposto con Ricciardo che però ha molta più esperienza del pilota inglese e che può annoverare fra i suoi successi ben 7 vittorie e 31 podi. Nel 2020 hanno avuto prestazioni molto simili con la bilancia che però tende un po’ di più dal lato del pilota ex Redbull: Norris ha ottenuto un podio mentre Ricciardo due, un ritiro a testa; due sono state le conclusioni fuori dai punti per Daniel, tre per Lando. Nella classifica finale Ricciardo si è imposto in quinta posizione con 119 punti, Lando ha chiuso nono con 97.

Aston Martin – Vettel / Stroll – 11 anni

Sarà una delle sfide interne più attese del 2021, con il tedesco in cerca di riscatto dopo un 2020 sottotono ed il canadese in crescita che sembra aver trovato i suoi spazi. Un duo davvero promettente dunque unito ad una delle migliori auto della griglia e che, almeno sulla carta, può giocarsi sicuramente il terzo posto nel mondiale e puntare talvolta anche a podi, in caso di difficoltà delle due big davanti, Mercedes e Redbull. Entrambi prendono parte al mondiale 2021 per dare un segnale e riscattarsi: Vettel demolito numericamente e mentalmente dalla Ferrari e da Leclerc, Stroll dominato invece da un Perez separato in casa. Staremo a vedere.

Alfa Romeo – Raikkonen / Giovinazzi – 14 anni

Kimi è ormai un veterano e sopratutto una leggenda della Formula 1 detenendo anche il record per il maggior numero di GP a cui ha partecipato e cioè 329, dal lontano 2001 ad oggi. GP durante i quali ha conquistato la bellezza di 1863 punti e 21 vittorie oltre ad un campionato del mondo, nel 2007 con la Ferrari. La coppia è l’unica di questa lista ad essere un duo già testato: nessuna novità in casa Alfa Romeo per quest’anno nonostante i rumors che l’anno scorso avevano accostato al finlandese qualche pilota dell’academy ferrari o addirittura quello che sembra essere stato più di un rumor con Kevin Magnussen. Alla fine però la scuderia italo-svizzera ha confermato la coppia di piloti in forza già dal 2019 e sarà la terza sfida fra i due dal 2019. Le due precedenti sono finite con una supremazia di Raikkonen (2019) e un pareggio nel 2020, entrambi a 4 punti. Potrebbe essere però davvero difficile valutare i risultati dei due piloti solo in base ai punti perchè l’Alfa ha avuto un 2020 molto sottotono, affossata dal calo di prestazioni del motore ferrari.

Alpine – Alonso / Ocon – 15 anni

È il distacco più lungo in termini di età fra compagni di squadra sulla griglia di questo 2021: Alonso è del 1981, Ocon del 1996. Il ritorno dell’espertissimo spagnolo sarà sicuramente uno dei fatti più interessanti della prossima stagione. Alonso ha corso stabilmente in F1 dal 2001 al 2018 conquistando 32 vittorie e 1899 punti ma sopratutto due campionati mondiali, nel 2005 e nel 2006, vinti con la Renault, la stessa Renault, diventata Alpine, che ora lo aspetta. Alonso è inoltre uno dei pretendenti in lizza per stabilire il nuovo record del maggior numero di GP a cui ha mai partecipato un pilota ma tutto dipenderà da quando l’attuale detentore del record, Raikkonen, più vecchio di due anni, si ritirerà. Una sfida quella dunque fra Alonso e Ocon che promette anch’essa scintille anche grazie al fatto che l’Alpine è una scuderia che ha come obiettivo il terzo posto del mondiale e piazzamenti a punti in praticamente tutte le gare. Sarà una bella sfida per punti pesanti

+ posts