Le prime parole dei rookie Ducati: Martin cade al debutto.

Le prime parole dei rookie Ducati: Martin cade al debutto.

6 Marzo 2021 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Il test di shakedown di venerdì in Qatar ha fornito ai piloti debuttanti della MotoGP l’opportunità di provare le loro macchine per la prima volta in vista della loro stagione di debutto nel 2021.

Quattro debuttanti hanno iniziato il 2021 in Qatar (anche se Lorenzo Savadori ha già tre gare all’attivo rispetto allo scorso anno), con una giornata di shakedown a Losail prima dei test ufficiali che consentirà loro di vivere i primi giri in MotoGP.

In teoria, Jorge Martin, Luca Marini ed Enea Bastianini dovrebbero avere già due giorni di test alle spalle, ma la pandemia ha annullato la tradizionale due giorni di test di fine stagione a Jerez.

Enea Bastianini - Tra i debuttanti

Insieme ai collaudatori in pista venerdì in Qatar per lo shakedown, il campione del mondo in carica della Moto2 Bastianini è stato il più veloce tra i rookie con un 1’58”.051 sulla sua Ducati GP19 che lo classifica al quarto posto assoluto.

Il compagno di squadra Marini è stato ottavo con un 1’58”376 , ma ha affrontato diversi problemi tecnici con entrambe le sue moto. “Il primo giorno è stato un po’ complicato, perché abbiamo avuto alcuni problemi, problemi diversi su entrambe le moto”, ha detto Marini venerdì sera.

“Ho perso tanto tempo all’inizio [della sessione]. Inoltre, nei primi giri la potenza non era al 100% a causa di un problema. Quindi, la prima volta [a tutto gas] non è stata uno shock. Quando sono arrivato al garage tutti mi hanno chiesto che sensazioni avessi e [ho detto] che tutto sembrava normale.”

Luca Marini - Tra i debuttanti

“Tutti erano scioccati dalla mia reazione, non avevano parole. Poi abbiamo risolto ogni problema e alla fine ho potuto fare dei bei giri e sentire tutta la potenza. È stato fantastico. Il feeling in generale con la moto è piacevole.”

“Dobbiamo lavorare un po’ sulla mia posizione sulla moto, non mi sento molto a mio agio con la sella, con il serbatoio, con il manubrio. Dobbiamo lavorare un po’ su questi dettagli perché non sono nella mia posizione naturale sulla moto a metà curva.”

Jorge Martin di Pramac ha avuto la giornata più dura dei piloti debuttanti, cadendo con la sua Ducati ufficiale in curva 3 nell’ultimo giro del suo programma di 31 giri. Questo lo ha portato al decimo posto assoluto con un 1’58.875, ma lo spagnolo è soddisfatto della sua prestazione complessiva, anche se ha ammesso che il cambio lo ha sorpreso.

Jorge Martin tra i debuttanti

“La cosa che mi ha sorpreso di più è stato il cambio”, ha detto. “È incredibile come puoi cambiare marcia e non ti rendi nemmeno conto che stai cambiando marcia.”

“È pazzesco in rettilineo, non lo senti nemmeno. Il suono è [come se fosse] sempre nella stessa marcia, ed è più potenza e più potenza, anche quando ho messo la sesta marcia mi sentivo come una spinta su per il culo!”

“Inoltre, i freni sono così potenti, perché quando sei arrivato a 339 km/h e stai frenando è pazzesco.”

+ posts