Quello che sappiamo sulla W12 – una breve analisi con James Allison

Quello che sappiamo sulla W12 – una breve analisi con James Allison

18 Marzo 2021 0 Di Prisca Manzoni
Tempo di lettura: 3 Minuti

Se sei ai primi posti, se stai conquistando record su record e stai battendo la concorrenza, c’è sempre su di te una grande pressione Lo sa bene quella squadra che, nel bene o nel male, per stupore o per invidia, da sette anni è sulla bocca di tutti: La Mercedes. Il 2 Marzo, la scuderia di Brackley ha lanciato la sua nuova creatura per il 2021: la F1 W12 E Performance (Per gli amici W12), con una presentazione molto sobria ma efficace, nella quale sono stati tenute nascosti con cautela gli aggiornamenti. Tuttavia, l’aria calda e il vento del Bahrain hanno costretto tutti i team a portare alla luce le novità tecniche così gelosamente custodite (Quasi letteralmente, basta pensare alla copertura del motore di Perez che ha permesso di vedere il motore Honda sottostante.). Cosa ne dite dunque di fare una breve analisi di quello che finora sappiamo, anche con l’aiuto di James Allison? 

Per prima cosa, la struttura portante della vettura è la medesima di quella dello scorso anno, dato che, come da regolamento (Qui il link all’articolo sul regolamento del 2021) non può essere cambiata. Di conseguenza, elementi come la cella del pilota, il sistema idraulico e la trasmissione sul posteriore portano l’eredità della sua grandiosa “Madre”, la W11.  Tutti elementi in fibra di carbonio, compresi le sospensioni anteriori e posteriori con molle a torsione attivate da pushrod. Tuttavia, non aspettiamoci che la vettura sia rimasta ai livelli dell’anno scorso: infatti, sono cambiate alcune parti performanti quali la sezione aerodinamica, la power unit, gli specchietti, il diffusore e il fondo. Quest’ultimo è il centro di particolare attenzione, in quanto presenta una struttura ondulata (Come si è visto in un curioso siparietto con Toto Wolff e il pavimento a “Pasta”), che serve ad aumentare la superficie e permette un flusso d’aria maggiore e più indirizzato verso le pance e le ruote posteriori, una soluzione che prima si poteva ottenere con dei gadget sul fondo, ora bloccati. In aggiunta, si può notare una modifica anche nella parte posteriore, proprio davanti agli pneumatici: il fondo, infatti, ha una rientranza e presenta un Gurney flap (Un’appendice aerodinamica che migliora la deportanza) e cinque “Separatori”, che permettono di condurre l’aria in modo controllato tra gomma e diffusore. 

Nelle foto: il fondo ondulato della Mercedes e le novità aerodinamiche, indicate dalle frecce. Prima foto: Formula Uno, seconda foto: Giorgio Piola

Anche la power-unit è completamente nuova e ci sono dei cambiamenti notevoli all’MGU-K e all’ERS che però Hywel Thomas, responsabile della Mercedes High Performance Powertrain non ha spiegato. Gli ingegneri della HPP hanno avuto una sfida in più per quest’anno: portare subito il massimo della potenza. Se infatti negli altri anni, il motore si poteva sviluppare e migliorare in tre step, quest’anno il motore deve portare tutto subito. Il personale di Brixworth si è concentrato in particolare sulla componente aspirata, che è il cuore pulsante di questo motore, come lo definisce Allison; questo ha comportato anche una nuova forma, come si vede anche dalla sporgenza fuori dalla pancia della vettura. 

La parte bombata sulla pancia della W12 in corrispondenza del motore nuovo. Fonte: Formula Passion

Un grande cambiamento lo hanno visto anche le prese dei freni nella parte anteriore, notevolmente più larghe per gestire meglio il flusso d’aria e la temperatura delle gomme dopo la scomparsa del DAS. La rimozione di quest’ultimo elemento, insieme all’aggiunta da regolamento di altri 6 kg di peso, ha permesso agli ingegneri di ridistribuire il carico in modo diverso (Soluzione che è ancora da interpretare fino in fondo dai test del Bahrain). 

Queste sono brevi note che si possono intravedere da questi primi chilometri della W12, ma per la loro performance e la loro efficienza aspetteremo che sarà la pista a parlare. 

+ posts