Dito medio, cuscinetto e la telecamera come un trincetto

8 Settembre 2021 0 Di Gabriele HIVannucchi

26 anni fa, il 10 settembre 1995, Herbert vinceva il gran premio d’ Italia mostrando a Briatore, suo team principal, il dito medio! Del resto Herbert sapeva di già che avrebbe perso il suo posto in squadra a favore di  Jean Alesi.

Jean Alesi….

Quel fine settimana in prova le Ferrari vanno bene, per gli standard dei primi anni 90, con Gerhard Berger che partiva in 3a posizione e Alesi in 5a.

Coulthard, che aveva fatto la pole, nel giro di formazione fa un testacoda e finisce sulla sabbia. Rientra in pista ma è costretto a partire dal fondo. Proprio la sabbia che era rimasta sul tracciato durante il primo giro porta diversi piloti ad andare in testa coda e quindi la direzione gara espone la bandiera rossa. Nel frattempo Berger aveva passato Schumacher conquistando la prima posizione….

Si riparte con Coulthard che può ripartire dalla pole. Berger conquista subito la seconda posizione e non molla lo scozzese della Williams, mentre Alesi è alle prese con Herbert per la quinta posizione. Al giro 13 Coulthard va in testa coda e Berger passa in testa alla corsa. Qualche giro dopo Hill e Schumacher si eliminano a vicenda e Alesi sale in seconda posizione. Berger si ferma ai box, ma durante la sosta ha un problema, e perde la prima posizione in favore di Alesi. Adesso le Ferrari sono prima e seconda!

Fermiamoci qui con la narrazione del gran premio e immaginatevi un bambino di 5 anni che guarda la gara mentre gioca con il suo modellino della Ferrari. Cosa può andare storto? Niente, a meno che….

La mini telecamera, posta sull’ alettone posteriore della vettura di Alesi, si stacca e va a colpire la sospensione anteriore sinistra della Ferrari di Berger tranciandola, e costringendolo al ritiro.

Ma a 5 anni non mi interessavano le doppiette Ferrari mi interessava che a vincere fosse il pilota di cui avevo il modellino. La Ferrari numero 27 di Alesi.

Jean Alesi….

Vorrei poter dire che a vincere fu il francese della Ferrari, ma la realtà è che un cuscinetto della ruota posteriore destra prese fuoco e io iniziai a piangere stringendo il modellino tra le mani, mentre mio padre provava a consolarmi.

Questo è il modellino che stringevo nelle mie mani….

+ posts

Mi chiamo Gabriele e la passione per i motori mi accompagna da sempre. HIV+ dal 2015, ma questa è un' altra storia....