Chi sono i candidati per guidare in due sessioni di prove libere nel 2022?

Chi sono i candidati per guidare in due sessioni di prove libere nel 2022?

18 Ottobre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Fatta eccezione per un posto in Alfa Romeo, che può dipendere molto dall’acquisto o meno della squadra da parte di Michael Andretti, la griglia del 2022 sembra già pronta e l’interesse dei giovani scartati per il momento è concentrato sull’ottenere quel posto di apprendista che tutti i team di Formula 1 dovrebbero avere, ovvero un giovane pilota da schierare l’anno prossimo nella prima sessione di prove libere di venerdì per solo due occasioni.

Si era parlato di sei, ma in realtà saranno solo due sessioni le sessioni di prove libere riservate ai giovani piloti. Ovviamente sono troppo poche per avere un minimo di esperienza e avere la possibilità di dimostrare qualcosa.

Idealmente, questi due Gran Premi dovrebbero essere uguali per tutte le squadre. I team stanno analizzando i piloti che potranno così continuare a coltivare il sogno di essere un giorno in Formula 1. In molti si interrogano sull’identità di questi giovani e su chi scommetterà ogni squadra.

Nyck de Vries sembra il candidato logico per questa posizione come terzo pilota Mercedes. Un posto a cui Stoffel Vandoorne non può aspirare. De Vries è il primo campione del mondo di Formula E, ma a 26 anni è forse un po’ tardi per pensare alla F1 e passerà alla storia come un altro – uno in più – dei “talenti bruciati” perché in F1 non ci sono abbastanza sedili.

Nyck de Vries, il ritratto: "Guardo sempre avanti" - Formula E - Motorsport

La FIA ha posto una prima condizione ai candidati: non aver corso più di un certo numero di Gran Premi. Ecco perché Vandoorne non è eleggibile: ha corso un’intera stagione. Ma si parla di una seconda condizione, l’età. Se viene imposto, anche De Vries può essere escluso per l’età. E in questo caso, il pilota più vicino alla Mercedes è Frederik Vesti, che quest’anno ha corso in Formula 3 ed ha concluso il campionato in quinta posizione.

C’è l’imbarazzo della scelta in casa Red Bull, questo a vantaggio anche dell’AlphaTauri. Puoi scommettere su Liam Lawson e su Dennis Hauger, campione di F3. Ma nel roster idoneo hai altri piloti: Jean Daruvala o Jüri Vips per esempio.

Dennis Hauger - Thoughts of a Champion - automobilsport.com

Anche la Ferrari non dovrebbe avere problemi a scegliere. Callum Ilott potrebbe essere un buon terzo pilota, il candidato naturale. In realtà ha firmato per fare l’intera stagione IndyCar con il team Juncos. Nulla che non si possa risolvere perché non tutti i weekend americani coincideranno con la F1. Anche Marcus Armstrong e Robert Shwartzman sono piloti di Formula 2, ma soprattutto il primo continua a deludere. Vedere Arthur Leclerc in quella posizione sarebbe positivo per l’epopea, ma il fratello di Charles sembra ancora un po’ troppo inesperto.

Ferrari avrà potere su due posti, perché la Haas si è già dichiarata disponibile a ricoprire il suo ruolo con un debuttante della Ferrari Driver Academy. Avrebbe senso riavere Pietro Fittipaldi se possibile?

F2: Robert Shwartzman con Prema anche nel 2021

E non dobbiamo dimenticare che anche l’Alfa Romeo entra nell’equazione. Con l’acquisto da parte di Michael Andretti, Colton Herta potrebbe riempire quella posizione. Fréderic Vasseur ha molto a che fare con Théo Pourchaire, un uomo che quest’anno ha primeggiato in Formula 2.

McLaren non ha attualmente un’accademia. Puoi cercare nel passato o, se le circostanze del calendario lo consentono, lasciare che Pato O’Ward accumuli esperienza.

Perez sponsorizza O'Ward: "Materiale da F1" - F1 Piloti - Formula 1 -  Motorsport

E nella stessa posizione è Aston Martin. L’ideale per il team di Lawrence Stroll sarebbe scegliere un giovane nominato dalla Mercedes. L’altra opzione è cercare un pilota free agent e ce ne sono alcuni in F3 e F2 che hanno mostrato le loro possibilità.

Per Alpine il discorso è più semplice. L’ideale sarebbe avere Oscar Piastri, un pilota che ha fatto scalpore in F3 e F2 e che rischia praticamente un anno di stop se non salirà in F1 – lui stesso ammette che andare in Alfa Romeo è altamente improbabile. Ma i francesi hanno anche Christian Lundgaard, Caio Collet o Victor Martins, anche se per questi ultimi due sarebbe quasi un salto nel vuoto.

E anche Williams ha dei candidati. Jack Aitken è un chiaro candidato, ma Roy Nissany può contribuire con denaro. L’opzione Nissany può essere interessante, anche se dare una possibilità a Jamie Chadwick sarebbe molto più interessante.

+ posts