Charles Leclerc non vuole affidarsi agli ordini di scuderia.

Charles Leclerc non vuole affidarsi agli ordini di scuderia.

27 Maggio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Charles Leclerc non vuole fare affidamento sugli ordini di scuderia per aiutare la sua candidatura per il titolo, nonostante la Red Bull abbia già chiarito le sue intenzioni.

Charles Leclerc ha perso la leadership del campionato piloti di F1 per la prima volta in questa stagione in Spagna. Un guasto al propulsore lo ha costretto al ritiro, permettendo a Max Verstappen di conquistare la sua terza vittoria consecutiva.

Al compagno di squadra di Verstappen in Red Bull, Sergio Perez, è stato chiesto due volte di spostarsi per l’olandese. Si è visto anche nelle fasi finali, quando Verstappen lo ha raggiunto per il comando con le gomme più fresche.

Perez ha detto alla radio che era “molto ingiusto” cedere la posizione a Verstappen, ma in seguito ha riconosciuto che stavano correndo gare diverse con strategie molto diverse.

Se Verstappen fosse arrivato secondo dietro a Perez, sarebbe arrivato a Monaco dietro a Leclerc in classifica.

Leclerc era a disagio per la prospettiva che la Ferrari utilizzasse gli ordini di squadra, dicendo che “non sarebbe stato sicuramente lui a prendere quel tipo di decisioni” e che sperava che qualsiasi sfida di campionato non avrebbe dovuto fare affidamento sugli ordini di squadra riguardanti il ​​compagno di squadra Carlos Sainz.

“La Red Bull ha chiarito quali sono le loro intenzioni e lo ha fatto molto presto nella stagione”, ha detto Leclerc. “Ma riguardo a noi, non lo so. Non ne ho parlato con Mattia e per ora non ne ho sentito parlare. Ma ancora una volta, penso che per Carlos sia solo questione di tempo prima che arrivi con noi e che si senta più a suo agio con la macchina. Quindi non lo so.”

“Ma non voglio fare affidamento su quello. Voglio solo lavorare in macchina. E se siamo abbastanza forti, abbiamo già dimostrato che possiamo vincere comunque le gare. Se facciamo un lavoro abbastanza forte, allora sono abbastanza sicuro che le possibilità ci siano comunque.”

Charles Leclerc non vuole fare affidamento sugli ordini di scuderia per aiutare la sua candidatura per il titolo, nonostante la Red Bull abbia già chiarito le sue intenzioni.

Dall’altra parte del box Ferrari, Sainz ha lottato per eguagliare la forma di Leclerc nella prima parte della stagione. Lo spagnolo si è ritirato sia in Australia che in Emilia Romagna, ed è riuscito a finire quarto solo in Spagna. Si trova a 39 punti daLeclerc in campionato.

Leclerc non ha preoccupazioni sulla forma di Sainz e sul supporto che potrebbe essere in grado di offrire nella lotta per il titolo, spingendo il suo compagno di squadra a riprendersi “molto, molto rapidamente.”

“È un pilota molto, molto forte”, ha detto Leclerc. “Ha lottato forse un po’ di più per adattarsi a questa vettura, perché all’inizio si adattava un po’ meglio alle caratteristiche del mio stile di guida. Quindi sono abbastanza sicuro che Carlos sarà nella lotta molto, molto presto. Alla fine tocca anche a me fare il lavoro giusto e portare comunque la Ferrari al top.”

+ posts