F1 | GP Ungheria – FP3: Latifi chiude in prima posizione

F1 | GP Ungheria – FP3: Latifi chiude in prima posizione

30 Luglio 2022 0 Di Ivan Mancini

Prima posizione incredibilmente conquistata da Latifi, seguito in terza piazza dal compagno di squadra Albon. Secondo Leclerc, quarto Verstappen.
 

Terza sessione di prove libere all’insegna della pioggia. Come previsto dal radar, l’asfalto comincia ad inumidirsi rapidamente ed i piloti si preparano ad una qualifica sul bagnato. I primi a scendere in pista sono i due ferraristi, con Leclerc che ha la precedenza su Sainz. Gomma full wet per entrambi gli alfieri della Rossa, che riescono a controllare le proprie vetture grazie all’assenza di pozzanghere sull’asfalto dell’Hungaroring.

Ben presto la pista comincia a riempirsi di vetture, con i piloti decisi a fare esperienza sul bagnato in vista delle imminenti qualifiche; gli unici a rimanere ai box sono i due piloti della Red Bull. Tutti prediligono la mescola da bagnato estremo, eccezion fatta per Alonso che decide di montare gomma intermedia. La scelta sembra fruttare buoni risultati, con Alonso che riesce a a portarsi in terza posizione provvisoria, a 2.499 secondi dal leader, Charles Leclerc. A 10 minuti dall’inizio delle prove libere anche Leclerc decide di rientrare ai box per montare gomma intermedia, ma nel frattempo le condizioni meteo subiscono una notevole involuzione ed il monegasco non ha quindi modo di testare la mescola “verde”. Lo stesso Alonso, dopo qualche giro sulle intermedie, decide di ritornare sulle gomme da bagnato estremo.

Un’occhiata alla classifica provvisoria. A 40 minuti dal termine delle prove libere, Leclerc continua ad essere il leader, con un buon 1:43.364 otteuto su gomma full wet. Subito dopo Sainz separato da oltre 9 decimi, mentre Sebastian Vettel e Lance Stroll seguono in terza e quarta posizione ma ad oltre 2 secondi di distacco. Quinto Alonso, sesto Ricciardo, seguono Tsunoda, Norris, Albon e Bottas. Nel mentre le condizioni della pista continuano a peggiorare a vista d’occhio, complici le poche vetture sul tracciato. Gli unici a girare sono le due AlphaTauri e le due Haas. Mick Schumacher, tramite radio, conferma il peggioramento del tracciato comunicando la presenza di pozzanghere formate proprio dalla scarsa attività in pista.

A mezz’ora dall’inizio della sessione scendono in pista anche le Mercedes. I due piloti inglesi, tuttavia, sono fermi nelle retrovie: Russell sedicesimo, a 4.339 secondi dal leader, mentre Hamilton è solo diciottesimo, a 4.699 secondi. Complici l’attività delle vetture, nonché la scarsa intensità della pioggia, lLa pista comincia ad evolversi ed i piloti si adeguano alle esigenze. Fernando Alonso torna nuovamente sulle gomme intermedie, ma non è l’unico: anche i due alfieri della Red Bull decidono di scendere per la prima volta in pista con gomma da bagnato moderato, così come molti altri piloti. Gli unici a montare gomma full wet sono Guanyu Zhou e George Russell.

La scelta delle intermedie sembra non pagare il rischio. Diversi piloti, tra cui Ricciardo, lamentano mancanza di grip, mentre Lewis Hamilton comunica via radio di non riuscire a portare in temperatura l’asse posteriore. La situazione è difficile e il doppio errore di Leclerc (testacoda seguito da un traverso) conferma le difficoltà dei piloti. L’unico a manterere un buon ritmo è Fernando Alonso, che con gomma intermedia si porta a due decimi da Leclerc. Ricordiamo che il tempo di riferimento è 1:43.364 di Leclerc, registrato su gomma full wet.

Come detto poc’anzi, i piloti hanno difficoltà nel tenere in pista le vetture. Di fatti, a dieci minuti dal termine delle prove libere, Sebastian Vettel esce fuori pista con la sua Aston Martin AMR22. La vettura sembra non aver riportato particolari danni, ma l’intervento delle gru induce la direzione gara ad esporre bandiera rossa e a stoppare la sessione. Il tempo scorre ma i piloti non hanno modo di uscire dalle vetture, in quanto la bandiera rossa rientra poco dopo e i vari team hanno a disposizione 4 minuti scarsi per teminare i propri test.

Negli ultimi minuti a disposizione, la classifica finale delle FP3 subisce un vistoso stravolgimento. Latifi ed Albon, con macchina probabilemnte scarica di benzina, conquistano la prima e la terza posizione, chiudendo a panino Leclerc in seconda piazza. Quarto Verstappen, che nell’ultimo tentativo si toglie dall’anonima nona posizione precedentemenrte conquistata. A seguire Russell, Alonso, Sainz, Norris, Vettel e Magnussen.

Tempi e classifica finale forniti da www.formula1.com.

+ posts