Monaco, Baku e Montreal a rischio cancellazione. Torna di moda il Mugello?

Monaco, Baku e Montreal a rischio cancellazione. Torna di moda il Mugello?

16 Gennaio 2021 1 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 1 Minuto

Il GP d’Australia è stato spostato a novembre, quello cinese (per il momento) cancellato. Non sono le uniche gare del calendario di Formula 1 che abbandoneranno quest’anno. Secondo Formule1.nl, i GP di Monaco, Azerbaijan e Canada annunceranno il prossimo mese di essere costretti a saltare un altro anno.

A livello globale, i programmi di vaccinazione sono iniziati, ma la luce in fondo al tunnel è ancora lontana. La seconda e la terza ondata causano ancora problemi in tutto il mondo. Poco è rimasto del calendario previsto per la Formula 1 nel 2020, eppure Liberty Media è riuscita a produrre un’alternativa di tutto rispetto con diciassette Gran Premi. 

Il calendario 2021, che inizialmente preveda 23 GP, è già cambiato. Il Gran Premio d’apertura in Australia è stato spostato a novembre, il weekend cinese è stato rimosso. Secondo il presidente della FIA Jean Todt, questi cambiamenti non si fermeranno qui. Anche il Gran Premio di Monaco (23 maggio), Azerbaigian (6 giugno) e Canada (13 giugno) usciranno dal calendario, proprio come l’anno scorso. L’annuncio è previsto per il prossimo mese.

Le gare di Monte-Carlo e Baku si svolgono su circuiti cittadini, la cui costruzione inizia con mesi di anticipo. In tempi di grande incertezza, gli organizzatori di questi eventi non possono e non vogliono correre rischi, devono prendere decisioni tempestive sull’opportunità di andare avanti. Dopo le drastiche misure in Francia, l’Automobile Club de Monaco (ACM) questa settimana ha già annullato lo storico Rally di Monte-Carlo, in programma a fine gennaio.

Monaco Grand Prix 2019 Report and Video Highlights: Hamilton takes  'miracle' Monaco win after tyre struggles | Formula 1®

Il Canada ha chiuso ermeticamente i suoi confini agli stranieri per un po’ e ha una politica, sugli arrivi dall’estero, molto rigida. Al Circuit Gilles Villeneuve, proprio come a Monte-Carlo e Baku, la costruzione delle tribune, del paddock e dell’ospitalità deve essere avviata in anticipo. L’anno scorso, la gara di Montréal è stata cancellata definitivamente all’inizio di aprile.

Liberty Media ha già trovato i sostituti per Australia e Cina, con Imola e Portimão. Entrambi i circuiti erano presenti anche nel calendario dello scorso anno. Se Monaco, Azerbaigian e Canada venissero effettivamente cancellati, sono già pronte le alternative. La Turchia (Istanbul Park) subentrerà a Monaco a fine maggio, l’Italia (Mugello) e la Germania (Nürburgring) ad inizio giugno.

+ posts