Nessuna Sprint Qualifying in Bahrain. Rischio massimo tre Sprint nel 2022.

Nessuna Sprint Qualifying in Bahrain. Rischio massimo tre Sprint nel 2022.

3 Febbraio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Non c’è soluzione alla disputa sul previsto raddoppio delle Sprint Qualifying. Le squadre di vertice hanno chiesto un aumento del budget cap, ma le piccole squadre hanno rifiutato. Anche le entrate extra non hanno cambiato le menti delle grandi squadre. Ecco perché ci saranno ancora un massimo di tre gare sprint nel 2022.

Con estrema probabilità, non ci saranno più di tre Sprint Qualifying nel 2022. Sempre se ci saranno.

I team potevano ottenere denaro extra per espandere le gare sprint da tre a sei, ma solo sette su dieci sarebbero state felici. A Mercedes, Ferrari e Red Bull non interessa di avere soldi extra in cassa. Vogliono che il budget cap sia aumentato di 2,65 milioni di dollari a titolo di risarcimento per presunte spese maggiori.

Il boss della McLaren Zak Brown aveva recentemente spiegato la situazione: “Alcune squadre chiedono che il budget cap venga aumentato di un importo irragionevole, anche se ci sono prove evidenti che non ci sono stati quasi danni nelle gare in questione l’anno scorso. Penso che sia un goffo tentativo di difendersi dalla perdita del proprio vantaggio competitivo.”

Non c'è soluzione alla disputa sul previsto raddoppio delle Sprint Qualifying. Le squadre di vertice hanno chiesto un aumento del budget cap, ma le piccole squadre hanno rifiutato. Anche le entrate extra non hanno cambiato le menti delle grandi squadre. Ecco perché ci saranno ancora un massimo di tre gare sprint nel 2022.

In effetti, nessuna delle tre gare sprint del 2021 ha aumentato significativamente i costi per le squadre. Il chilometraggio è lo stesso di una sessione di prove libere. L’unico pilota vittima di un incidente è stato Pierre Gasly a Monza. Tutti gli altri hanno superato il Gran Premio del sabato senza danni o con lievi danni. “La possibilità che uno dei tuoi piloti commetta un errore nella terza sessione di prove libere è quasi altrettanto alta”, sa per esperienza personale, il capo del team Haas Guenther Steiner.

La proposta della Haas di dare a tutte le squadre 2,65 milioni di dollari in più non è stata ben accolta dalle migliori squadre. “L’unica cosa che gli interessa è proteggere il più possibile il vantaggio sulle piccole squadre. Questo può essere fatto solo con un budget cap più alto”, osserva Steiner.

Secondo Auto Motor und Sport, il piano di Stefano Domenicali di raddoppiare il numero di Sprint Qualifying a sei è apparentemente morto. Pochi giorni fa, le squadre sono state informate che ci sarebbero state al massimo tre mini gare nel calendario 2022, forse anche meno. Non è ancora chiaro quali weekend del Gran Premio presenteranno una Sprint Qualifying.

Non c'è soluzione alla disputa sul previsto raddoppio delle Sprint Qualifying. Le squadre di vertice hanno chiesto un aumento del budget cap, ma le piccole squadre hanno rifiutato. Anche le entrate extra non hanno cambiato le menti delle grandi squadre. Ecco perché ci saranno ancora un massimo di tre gare sprint nel 2022.

Tre Sprint Qualifying sono già state approvate una volta nel regolamento. Servirebbero otto voti su dieci per raddoppiarle. Impossibile con l’attuale rapporto di 3:7. Dal punto di vista dei marketer, la politica di blocco è fastidiosa. Nei fine settimana con la Sprint Qualifying, un numero significativamente maggiore di spettatori ha acceso la TV il venerdì e il sabato.

La Formula 1 sta quindi già valutando di votare per un aumento delle Sprint Qualifying nella stagione 2023. È più probabile un voto positivo. Con così tanto anticipo, sono sufficienti sei voti favorevoli. Le prime squadre non potevano difendersi dalla maggioranza di destra. Non basterebbero quindi tre voti per chiedere di prendere in considerazione il limite di spesa. Per la dirigenza della F1 sarebbe una vittoria clamorosa.

Secondo i piani originali, la prima Sprint Qualifying si sarebbe dovuta svolgere all’inizio della stagione in Bahrain. L’organizzatore avrebbe messo soldi extra sul tavolo per l’attrazione aggiuntiva. Soldi che ora sono andati persi. Anche per le squadre. 

+ posts