Per Wolff i piloti necessitano di maggiore rispetto.

Per Wolff i piloti necessitano di maggiore rispetto.

9 Luglio 2022 0 Di Giuseppe Ruffo

I comportamenti antisportivi nei confronti di Hamilton dimostrano il bisogno di educare i tifosi.

Dopo l’incidente del suo pilota in Q3 e la reazione poco sportiva degli oranges, Toto Wolff pensa sia arrivato il momento di dover educare opportunamente i tifosi. Poco bella è stata , infatti, la serie di festeggiamenti successiva al forte incidente di Hamilton, forse anche naturale conseguenza dell’accoglienza poco calorosa verso Verstappen nel weekend scorso.

I comportamenti antisportivi nei confronti di Hamilton dimostrano il bisogno di educare i tifosi.

La cosa è stata ritenuta così importante da Wolff da spingerlo a parlarne ai microfoni di Sky.

Ecco le sue parole:

I comportamenti antisportivi nei confronti di Hamilton dimostrano il bisogno di educare i tifosi.

“Penso che dobbiamo solo parlare di più ai fan che esultano quando un’auto è nel muro o fischiano per un pilota che rilascia un’intervista. Lo trovo scorretto.”

“Non è quello che faremmo con i nostri concorrenti e avversari, anche se  gli animi sono alquanto caldi là fuori, nessuno dovrebbe farlo. Abbiamo bisogno collettivamente, con la F1, con voi ragazzi, di educare le persone”.

Lewis , dunque, partirà da un’insolita P9 nella sprint di oggi, due file dietro al suo compagno George Russell qualificatosi in quinta posizione.

Per l’inglese sfortunatamente le difficoltà non finiscono qua: il suo celebre ingegnere , Peter Bonnington, è stato costretto a rimanere al remote garage Mercedes, in Inghilterra. A sostituirlo vi sono Marcus Dudley e Dom Riefstahl.

“Bono non è qui ed è sempre un male, per noi come squadra e per Lewis perché è parte integrante del team da 10 anni”, ha spiegato Wolff.

“Ma è a casa, è tornato connesso via radio, quindi siamo in contatto tutto il tempo. In più Marcus e Dom faranno sicuramente un buon lavoro”. Certo, Il weekend Mercedes non è iniziato nel migliore dei modi, ma complice la qualifica sprint di oggi c’è tutto il tempo per recuperare.

+ posts