F1 | FP2 GP d’Austria: Sainz il più veloce, bene le Alpine

F1 | FP2 GP d’Austria: Sainz il più veloce, bene le Alpine

9 Luglio 2022 0 Di Sebastiano Vanzetta

Carlos Sainz è il più veloce di queste FP2. Seguono Leclerc e Verstappen. Bene le Alpine, meno le Mercedes.

È Carlos Sainz il più veloce di tutti un queste seconde libere che precedono la Sprint Race. Seguono Charles Leclerc e Max Verstappen. Molto bene le Alpine che terminano in 4a e 5a posizione rispettivamente con Ocon e Alonso. Chiudono la top 10 Sergio Perez, George Russell, Valtteri Bottas, Lewis Hamilton e Lando Norris. Sprint Race alle 16:30.

Prima parte di sessione

Entrano subito in pista le due Ferrari, le due Alfa Romeo, le due Haas, le due Aston Martin e Lando Norris. Dopo qualche minuto entra anche il poleman di ieri Max Verstappen, sempre accompagnato da grandi boati provenienti dagli Orange del Red Bull Ring. Il programma, per tutti, è la simulazione del passo gara. Ferrari oggi presenta la versione originale del Cavallino rampante sulla vettura che risale addirittura al 1932, quando il 9 luglio fece il proprio debutto,

Norris con gomma rossa fa segnare il primo tempo degno di nota, fermando il cronometro sull’1’10.383, tempo poi migliorato da Charles Leclerc di 30 millesimi. Passa sul traguardo anche Carlos Sainz, fresco vincitore del GP di Gran Bretagna, che migliora il tempo del compagno di squadra di ben 5 decimi e 20 millesimi. Leclerc poi si rimette davanti mentre Sainz va lungo in curva 3.

1’09.170 di Verstappen con gomma rossa, che comincia una simulazione di Sprint Race, visto che è in pista con la gomma più morbida. Pronta la macchina di George Russell, riparata dopo l’incidente di ieri. L’inglese esce quindi in pista a 50 minuti dalla fine. Verstappen, poi, al 5° giro di gomma soft scende sotto il minuto e 8.

Si continua con la simulazione gara con Leclerc (gomma gialla) che parla tanto con Xavi e con i box, preoccupato perché sente qualche anomalia al motore che non preoccupa, però, gli ingegneri al muretto.

Seconda parte di sessione

Attorno ai 40-35 minuti dalla fine i piloti cominciano a concludere il primo run di simulazione e partono con il secondo. Russell con gomma rossa si issa in una buona 3a posizione 3 decimi dietro a Max. Buono il 4° posto di Fernando Alonso, con gomma rossa.

L’olandese comincia il suo secondo run montando gomma gialla usata. Dietro di lui, a 25 minuti dalla fine, si migliorano molto le Alpine. Esteban Ocon si mette a soli 49 millesimi da Verstappen e Alonso a 3 decimi. Leclerc invece comincia il suo secondo run con gomma rossa facendo stampare un 1’08.660 e mettendosi davanti a Max.

Mentre ai microfoni di Sky Mario Isola spiega che probabilmente non è un azzardo utilizzare la gomma rossa per la Sprint Race, Lewis Hamilton si prepara a scendere in pista dopo che i suoi meccanici sono riusciti a riparare la sua monoposto. A causa del botto di ieri l’inglese ha dovuto sostituire il telaio.

Terza ed ultima parte di sessione

Carlos Sainz, con gomma rossa, migliora il tempo del compagno di squadra di 50 millesimi e si mette davanti a tutti. A poco meno di 15 minuti dalla fine, ecco finalmente Hamilton, che ha dunque a disposizione pochi minuti per mettere a posto la vettura prima della gara sprint. Tempi lenti per lui che, con gomma rossa, non va oltre la 9a posizione a 7 decimi e 40 millesimi dalla testa del gruppo.

Nulla da segnalare negli ultimi minuti, con i piloti che terminano “tranquillamente” i loro programmi di prova, se non che Sebastian Vettel va lungo in curva 10 e toccando pesantemente il cordolo col fondo perde qualche pezzo.

Classifica finale FP2

+ posts