Seidl: Norris dovrebbe imparare da Hamilton per diventare un campione

Seidl: Norris dovrebbe imparare da Hamilton per diventare un campione

17 Maggio 2021 0 Di priscamanzoni

Lando Norris si sta dimostrando uno dei piloti più in forma di questo 2021, avendo registrato il suo migliore inizio di stagione con tre gare su quattro in top 5 e tenendosi stretto il quarto posto nel campionato piloti. Del pilota inglese si è parlato molto ed è stato spesso confrontato con altri giovani piloti in griglia, chiedendosi se potrà uno dei protagonisti delle sfide del futuro. Il ragazzo di Woking, infatti, ha fatto prova di performance brillanti, grandi difese e sorpassi così come di periodi di buio, in cui restava nelle retrovie a lottare per una manciata di punti e di errori in pista. A mio avviso, gli manca ancora quel passetto per essere allo stesso livello di Leclerc, Russell o Verstappen, ma di sicuro ha e avrà delle chances molto buone di brillare e, perchè no, lottare per il titolo.

Sulla medesima questione si è espresso anche Andreas Seidl. “Sorrido quando leggo questi commenti sui futuri campioni del mondo, perchè stando a quanto si è detto negli ultimi 12 mesi abbiamo molti futuri campioni ora in griglia, e mi chiedo dove guideranno tutti questi ragazzi, perchè c’è un solo campione ogni anno”.

“Per quanto riguarda Lando, è incredibile vedere la sua crescita negli ultimi tre anni. E’ impressionante vedere quello che sta facendo quest’anno e se continua a crescere così come pilota e come persona, penso abbia tutte le carte in regola per essere un top driver in futuro”. “Essere un campione è diverso” Aggiunge Seidl “Perchè devi essere nella macchina giusta al momento giusto e devi eccellere 23 volte all’anno, non solo poche volte.”

E la Mclaren conosce bene giovani talenti cresciuti nel suo alveo, non per ultimo Lewis Hamilton. “Ammiro molto Lewis per come riesce anno per anno a essere tra i protagonisti, e anche quando la macchina non è la migliore o ha una gara difficile riesce a rialzarsi e a conquistare punti importanti per il campionato, che alla fine fanno la differenza. Sta tutto nella costanza e nella performance.” Non male come modello, dunque.

Ma Seidl aggiunge che per Norris sarà importante tenere la testa bassa, restare concentrato e lavorare sodo con la squadra in futuro, perchè si avranno dei risultati solo se si migliora anche dal lato della squadra. Il direttore sportivo, però, è sicuro che con il giovane inglese si divertirà e avrà successo.

+ posts