Sostenibilità ambientale e F1: dal 2022 numero ridotto di pneumatici?

Sostenibilità ambientale e F1: dal 2022 numero ridotto di pneumatici?

3 Novembre 2021 1 Di Riccardo Frattarelli

La Formula 1 sta valutando la possibilità di limitare, in alcuni GP, il numero di set di gomme disponibili per ogni team. Questa manovra perseguirebbe l’impronta sempre più sostenibile del Circus.

Dopo le rivoluzioni a livello di carburanti e monoposto, la nuova proposta a favore della sostenibilità ambientale riguarda i set di pneumatici.

Ogni team riceve per ciascun weekend, 13 set di gomme slick, 4 set di intermedie e 3 set di pneumatici full wet. Nel totale, considerando l’anteprima del calendario 2022, questi numeri significherebbero produrre, e soprattutto trasportare, 36800 coperture per coprire tutti gli appuntamenti. Numero che non tiene conto di pneumatici test o dell’eventualità della necessità di più set di gomme da bagnato in caso di pista umida.

A livello di sostenibilità, riuscire a migliorare la logistica e a limitare la produzione delle coperture, comporterebbe un grande passo avanti per una F1 sempre più “green”.

Se l’idea di diminuire i set a disposizione delle scuderie dovesse continuare ad essere accettata, essa entrerebbe in F1 solo a scopo sperimentale. Come dichiarato da Ross Brawn infatti, l’intenzione è quella di inserire questa regola in via di prova, come fatto quest’anno con la Qualifica Sprint.

FIA e F1 non vogliono però effetti indesiderati causati da questa modifica. Lo spettacolo e la competitività non devono assolutamente rimetterci. Riportando quanto detto da Ross Brawn: “La sostenibilità è una nostra priorità. Tim Goss, della FIA, ha lavorato molto duramente con Pirelli e i team per elaborare una proposta su come valutare un modo diverso di utilizzare le gomme durante il fine settimana per ridurre le quantità. Questo sembra abbastanza promettente e penso che sia qualcosa che faremo in alcuni fine settimana durante la stagione per valutarlo. Se è qualcosa che funziona, potremmo regolarlo e poi andare avanti.”

+ posts