Pérez ammette: “Non è facile essere il team mate di Verstappen”

Pérez ammette: “Non è facile essere il team mate di Verstappen”

26 Novembre 2021 1 Di Nicola Sotgia

Secondo il Messicano, Max è il pilota del momento.

Se si dovesse dare un voto alla stagione di Sergio Pérez, il punteggio da assegnare sarebbe probabilmente un sei pieno. La sola vittoria di Baku, per giunta ottenuta in modo fortunoso, non basta a definire come buona una stagione piena di pochi alti e molti bassi. Il confronto con Verstappen è infatti impietoso, con l’Olandese che ha dimostrato di essere letteralmente di un altro pianeta.

Anche se la fase di adattamento alla vettura è teoricamente finita già da un po’, il Messicano sembra patire tantissimi problemi. L’alternanza di buone prestazioni ad altre di pessimo livello pone l’accento sulla questione. Analizzando qualche dato, possiamo spiegare le varie differenze con Verstappen.

Il primo fatto che balza all’occhio è l’abissale differenza in qualifica. Pérez ha fatto meglio del compagno di squadra solamente una volta, non ottenendo mai nessuna pole position, contro le dieci di Verstappen. Anche sul numero dei podi, il Messicano esce altamente sconfitto. Sono infatti cinque i piazzamenti in top-3 conquistati da Checo, contro i sedici di Max. Se poi si confrontano le vittorie, le tenebre calano definitivamente dalla parte di Pérez (un trionfo contro i nove di Verstappen).

Essere il compagno di squadra dell’Olandese non è assolutamente facile

Durante una lunga intervista ai microfoni di Canal +, il Messicano ha parlato della difficoltà dell’essere compagno di squadra di Verstappen.

Secondo Pérez, Max è il pilota del momento: “Max è il pilota del momento, è molto forte”, ha detto il nativo di Guadalajara.

Checo ha poi continuato a parlare di ciò, ammettendo apertamente le sue difficoltà:Non è facile essere il suo compagno di squadra, ma penso che sto facendo bene. La stagione è stressante e abbiamo ancora molte cose da fare. Purtroppo il processo di adattamento alla squadra è stato complicato e certamente mi sarebbe piaciuto salire più spesso sul primo gradino del podio”.

Pérez Verstappen
I due compagni di squadra festeggiano sul podio. Ph: automotorinews.it

Pérez ha infine concluso il suo discorso, rendendosi disponibile ad aiutare Verstappen nella lotta al titolo: “Ho grande spirito di squadra, per cui non avrò problemi a farlo se verrò chiamato in causa”.

Viste le ultime prestazioni, riuscirà Pérez ad aiutare l’Olandese nella battaglia per il Mondiale? In quella che sembra una lotta destinata a protrarsi fino all’ultimo, il Messicano ci proverà certamente. Oltre all’onore, in ballo c’è anche il terzo gradino della classifica piloti, oltre allo scettro dei Costruttori. Dunque, stay tuned!

Seguici sui nostri canali social!

Sei un grande appassionato della Formula 1 ma non sai come stare “dietro” alle notizie? Semplice, seguici sui nostri canali Instagram e Telegram! Nessun costo, tutto gratis. Mi raccomando, se ritieni interessanti i nostri articoli, condividili con chi vuoi. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

Website | + posts

Appassionato della Formula 1 dei bei tempi.
Sempre al passo del Mondo d'oggi.