Piastri: “Alpine ha fiducia in me”

Piastri: “Alpine ha fiducia in me”

8 Febbraio 2022 0 Di Daniele Donzelli

Oscar Piastri, campione di F2 2021, ha spiegato che vede dell’interesse da parte di Alpine, e che lavorerà molto insieme alla squadra in questo 2022.

Si sa, il mondo del motorsport, e in particolare della F1, non perdona. Tantissimi sono gli esempi di piloti talentuosi che non sono mai riusciti, nonostante lo meritassero, ad approdare nella massima categoria. Uno degli esempi più recenti è Oscar Piastri. L’australiano non solo ha vinto la F2 nel 2021, ma ha primeggiato anche in F3 nel 2020 e in Formula Renault nel 2019. Piastri ha quindi vinto il titolo da debuttante in entrambe le categorie propedeutiche alla Formula 1, impresa riuscita solamente a Russell e Leclerc. Nonostante ciò, Oscar non ha trovato posto per il 2022, e si è dovuto accontentare del ruolo di terzo pilota Alpine.

Piastri ha parlato del suo nuovo ruolo, e ha sottolineato come l’Alpine sia interessata a lui. La scuderia francese ha infatti organizzato diversi test che gli permetteranno di continuare a guidare.

“Alpine sta organizzando un programma di test molto ampio per quest’anno. Credo che questo la dica lunga sulla fiducia che hanno in me” ha detto a f1.com. “Penso che il programma di test a cui parteciperò sia una cosa molto rara, soprattutto al giorno d’oggi dove i test sono vietati con le auto dell’anno in corso. Questo la dice lunga su cosa Alpine pensa di me. Non vedo l’ora di fare questi test. Anche se non c’è ancora nessuna conferma, è un segno molto positivo che sono interessati a me” ha spiegato.

Oscar Piastri nuovo pilota di riserva Alpine nel 2022 - F1 Piloti - Formula  1 - Motorsport

Piastri ha poi parlato della mancata promozione. Secondo l’australiano il 2022, sebbene non partecipi al campionato, lo aiuterà ad imparare molto sull’ambiente della F1, perciò è contento di poter ricoprire perlomeno il ruolo di pilota di riserva.

“Mi sarebbe piaciuto avere subito un sedile dopo la F2, ma per come sono andate le cose non è stato possibile. Sono molto felice di essere il pilota di riserva. In questa stagione, anche se non avrò un posto, ci sarà comunque molto da imparare. Ad esempio, sperimenterò il programma intenso di una stagione di F1, aiuterò gli altri dietro le quinte e mi concentrerò sulla Formula 1, cioè dove voglio arrivare in futuro” ha continuato.

Piastri ha infatti deciso di non guidare in nessun altro campionato il prossimo anno. Lui stesso ha infatti dichiarato di saper cosa altro fare per dimostrare di meritare un posto in Formula 1, perciò preferisce concentrarsi sul suo ruolo di terzo pilota.

“Vivo a soli 20 minuti da Enstone (la sede dell’Alpine), e starò lì quest’anno. Ci vado già con l’Academy quando non corro, quindi sono già integrato all’interno del gruppo” ha affermato. “Mi sposterò dal lato della squadra principale quest’anno, quindi ci saranno alcuni nuovi volti. Non vedo l’ora e penso che miglioreremo il rapporto con la squadra” ha concluso Piastri.

L’australiano sembra più che determinato a ottenere un posto in Formula 1. Le sue parole mostrano che non ha intenzione di arrendersi, e che sfrutterà ogni occasione per migliorare e imparare cose nuove. Piastri ha già dimostrato di essere un pilota di un certo livello, vederlo fuori dalla F1 è sicuramente un peccato. Sicuramente avrà le sue chance a breve, e chissà che questo anno sabbatico non lo aiuti davvero a prepararsi al meglio per la F1…

Callum Ilott: 'Injustice to junior formula' if Oscar Piastri is without  2023 F1 seat
+ posts