Binotto: “Nostro obiettivo era essere competitivi, non vincere il mondiale.”

Binotto: “Nostro obiettivo era essere competitivi, non vincere il mondiale.”

8 Giugno 2022 0 Di Nicola Cobucci

Mattia Binotto ha voluto alleggerire la pressione sulla Ferrari. Il team principal ricorda che l’obiettivo per quest’anno era quello di essere competitivi e non vincere il titolo. Il Mondiale sarebbe solo un extra.

La Ferrari ha smesso di guidare la classifica dopo una serie di buone gare da parte della Red Bull. Il team di Maranello è in lotta per il Mondiale, ma Mattia Binotto, forse volendo alleggerire la pressione sulla sua squadra, ricorda che l’unico obiettivo che si erano prefissati quest’anno era interpretare bene le regole ed essere competitivi. Secondo Binotto, in casa Ferrari non si è mai parlato di vincere il Mondiale. 

“Ci siamo posti l’obiettivo di essere di nuovo competitivi nel 2022. Quindi il nostro obiettivo è essere competitivi, non vincere il campionato e sarebbe completamente sbagliato cambiare l’obiettivo in ‘cercheremo di vincere il campionato perché siamo molto competitivi”. Essere competitivi è un dato di fatto ed essere campioni del mondo è un altro livello”, ha detto Binotto alla BBC.

“Come un allenatore, cambiare gli obiettivi rispetto a quelli che ci eravamo prefissati ad inizio stagione sarebbe sbagliato”, ha spiegato.

Tuttavia, Binotto riconosce che quello che si prefiggono come obiettivo è aprire un ciclo per essere campioni non una ma più volte di seguito. “Senza dubbio quello che stiamo cercando di fare è aprire un ciclo, diventare campioni del mondo e non solo una volta, provare a rimanerci, ma penso che ci vorrà del tempo”, ha detto.

Mattia Binotto ha voluto alleggerire la pressione sulla Ferrari. Il team principal ricorda che l’obiettivo per quest'anno era quello di essere competitivi e non vincere il titolo. Il Mondiale sarebbe solo un extra.

“La nostra mentalità interna è che dobbiamo ancora migliorare come squadra per poter vincere un campionato”, ha condiviso Binotto.

“Non significa che non lo faremo. Forse lo faremo il prima possibile, ma siamo consapevoli del fatto che è più importante essere competitivi. L’ambizione c’è. Ogni singola persona chi lavora per la Ferrari ha ambizione, non credo ci sia bisogno di ricordarglielo”, ha insistito.

“La cosa più importante è lasciare che si concentrino sul nostro processo di miglioramento continuo, in modo che ogni gara sia un’opportunità per rivedere le lezioni apprese e per fare meglio. È importante rimanere concentrati su ogni gara. Non stiamo guardando le classifiche”, ha concluso Binotto.

+ posts