Una violazione del budget cap potrebbe decidere il mondiale?

Una violazione del budget cap potrebbe decidere il mondiale?

8 Giugno 2022 0 Di Alessio Donzelli

In tanti si aspettano che molti team non riusciranno a rimanere nel tetto massimo dei costi. Ma quali sarebbero le sanzioni in tal caso? Il mondiale di F1 potrebbe essere deciso da questo?

Il budget cap sta sicuramente sconvolgendo i piani di tutte le scuderie in termini di costi. Anche solo un incidente, con le relative spese per le riparazioni, può essere un problema. Infatti ormai quasi tutti si aspettano che il limite dei costi non verrà rispettato dalla maggior parte dei team, anche a causa dell’inflazione. Andiamo a vedere quali sarebbero le sanzioni in caso di violazione del budget cap.

Le violazioni possono essere di vario tipo, come una mancata segnalazione, ma quella principale è ovviamente in caso di superamento della soglia economica. I “giudici” di queste penalità sono i membri del Cost Cap Adjudication Panel (CCAP).

C’è innanzitutto una fondamentale suddivisione delle trasgressioni relative al budget cap: al di sotto del 5% in più di spese, si parla di “spesa eccessiva minore”, al di sopra del 5% in più, si tratta invece di “spesa eccessiva materiale”. Trovandosi il limite attualmente a 141,2 milioni di dollari per tutta la stagione, il 5% corrisponde a poco più di 7 milioni.

Una violazione del budget cap potrebbe decidere il mondiale?

Le violazioni inferiori al 5%

Stando al regolamento, in caso di spesa eccessiva minore, il CCAP “può infliggere una sanzione economica e/o sanzioni sportive minori.” Nel caso della multa, il valore di essa è deciso dal CCAP caso per caso. Questo tipo di sanzione di certo non sarebbe un grosso problema per i team, come invece sarebbero le sanzioni sportive.

Il CCAP può scegliere la sanzione sportiva più adeguata, anche più di una. La prima è un banale rimprovero pubblico. Un’altra opzione è l’esclusione da alcune sessioni di uno o più Gran Premi, esclusa la gara. Possono persino essere tolti punti sia dal campionato piloti che dal campionato costruttori, che potrebbero di fatto decidere il campionato di alcune scuderie. Infine ci sono la riduzione del budget cap per quel team per l’anno successivo e la limitazione nel poter effettuare test aerodinamici o altri test.

Le violazioni superiori al 5%

Se la trasgressione supera il 5%, ovviamente anche le sanzioni sono più pesanti. In questo caso, il CCAP “imporrà una detrazione dei punti del campionato costruttori”. Inoltre può anche sanzionare con una multa e/o una o più delle sanzioni spiegate in precedenza, a parte il rimprovero pubblico. Con l’aggiunta però di due penalità molto importanti, ossia l’esclusione da alcune sessioni di uno o più Gran Premi, inclusa la gara; e soprattutto l’esclusione dal campionato.

Ovviamente, ci sono molteplici fattori che possono influenzare il CCAP in una scelta di una sanzione più o meno pesante. Ad esempio, “qualsiasi elemento di malafede, disonestà, occultamento intenzionale o frode”, “mancata cooperazione” o “violazioni multiple”, potrebbero inasprire la scelta del CCAP. Al contrario invece alcuni dei fattori che porterebbero ad una penalità minore sono la “cooperazione completa e senza restrizioni” o “eventi di forza maggiore imprevisti”.

Una violazione del budget cap potrebbe decidere il mondiale?

Riassumendo, c’è un’ampia gamma di penalità possibili per un superamento del budget cap, che sono più consistenti se si oltrepassa il limite del 5%. Il tutto è a discrezione del CCAP, che sceglie quali sanzioni infliggere.

Una violazione potrebbe quindi decidere il campionato? Potenzialmente sì, ma è il CCAP a decidere. Bisognerà anche vedere quanti team violeranno il tetto dei costi e di quanto. Alcune scuderie, tra cui le stesse Ferrari e Red Bull, sono ormai rassegnate a superare il massimo. È probabile che ci saranno quindi tantissime polemiche anche dopo la fine della stagione.

Rimane infine la possibilità per i team di appellarsi alla Corte d’Appello Internazionale. Una delle attenuanti più gettonate sarà senz’altro l’inflazione dovuta alla guerra in Ucraina, che le squadre cercheranno di definire un “evento di forza maggiore”.

Fonte: motorsport.com

+ posts