Masi saluta la FIA: “Un piacere ed un onore lavorare per l’organizzazione”.

Masi saluta la FIA: “Un piacere ed un onore lavorare per l’organizzazione”.

13 Luglio 2022 0 Di Alberto Ghioni

Dopo essere stato sostituito dopo il controverso finale di stagione dell’anno scorso, Masi è rimasto comunque dipendente della FIA. Nonostante ciò, martedì l’organizzazione ha annunciato la separazione ufficiale dall’australiano.

Il lavoro del direttore di gara non è per nulla semplice, soprattutto se lo si svolge in uno sport che ormai basa la sua sopravvivenza sul business. Se poi si aggiunge la pesante eredità del compianto Charlie Whiting, ecco che questo ruolo diventa un macigno enorme. Michael Masi è stato sin da subito scelto dalla federazione per sostituire il defunto direttore di gara, ma nei suoi 3 anni di operato ha spesso preso decisioni tali da attirarsi un notevole numero di critiche.

Ufficiale: Michael Masi lascia la FIA | Autosprint

Il pasticcio di Abu Dhabi

La sua discutibile gestione è culminata con l’ultima gara della scorsa stagione, i cui fatti sono noti ai più. Questo ha quindi portato la FIA a decidere di cambiare la figura del direttore di gara, sostituendo Masi con Niels Wittich. Nonostante ciò, in un primo momento Michael non ha smesso di far parte della federazione, almeno fino a ieri, quando è stata annunciata la sua separazione ufficiale dall’associazione.

Michael Masi torna in F1? "Ha commesso un errore ma...": la bomba che  scuote il circuito – Libero Quotidiano

Le parole di Masi

A seguito del comunicato rilasciato dalla FIA, l’australiano ha rilasciato a sua volta un comunicato al quotidiano motorsport.com. Al suo interno, Michael sottolinea come sia stato un piacere lavorare per la federazione con diversi ruoli.

Michael Masi lascia ufficialmente la FIA

Nonostante ciò Masi dice di aver deciso di lasciare l’organizzazione per tornare dalla famiglia in Australia, dopo aver lavorato in tutto il mondo per alcuni progetti della FIA. L’ex direttore ha proseguito ringraziando tutte le figure personali incontrate durante i suoi anni in carica: dai membri del club della Fia al gruppo F1, dai promotori agli operatori del circuito.

Il ricordo di Charlie Whiting

Michael ha voluto anche ricordare Whiting, tragicamente scomparso prima del Gran Premio di Australia 2019. Il direttore di gara lo aveva infatti già scelto come suo erede nel 2018, con il benestare di Herbie Blash.

F1 | Masi ringrazia la FIA: "E' stato un piacere e un onore"

Masi ha poi anche ringraziato Jean Todt, Stefano Domenicali e il suo team dedicato, oltre a tutti i volontari. Questi ultimi, come l’australiano sottolinea, fanno in modo che la Formula 1 vada avanti senza intoppi ogni weekend. Michael ha concluso ringraziando anche l’attuale presidente della FIA, Mohamed Ben Sulayem, e tutti i familiari che lo hanno sopportato in questo periodo.

Che futuro c'è per Michael Masi? Ecco le ipotesi al vaglio della FIA

Ad ora, non si sa quale sarà il prossimo impiego di Masi, se sarà qualcosa legato al mondo del motorsport, o un lavoro meno appariscente e meno esposto al ludibrio pubblico.

+ posts