La Monza di Verstappen tra rimonte, dominio e fischi.

La Monza di Verstappen tra rimonte, dominio e fischi.

11 Settembre 2022 0 Di Giuseppe Ruffo

La scellerata condotta dei commissari di pista appanna l’impresa dell’olandese, ingiustamente fischiato dagli spettatori a fine gran premio.

Con la vittoria ottenuta oggi pomeriggio, Max Verstappen ha raggiunto quota 5 successi consecutivi consolidando ancora di più la sua leadership nel mondiale piloti. Non è bastata una penalità di 5 posizioni in griglia, infatti, a fermare l’avanzata dell’olandese; apparso in forma sin dalle prime battute della corsa.

Quello odierno è stato anche un gp dall’epilogo piuttosto anomalo, in quanto una cattiva gestione di gara da parte dei commissari non ha consentito che gli ultimi 8 giri di gara fossero svolti come da prassi.

La scellerata condotta dei commissari di pista appanna l'impresa dell'olandese, ingiustamente fischiato dagli spettatori a fine gran premio.

Per questo motivo il dissenso del pubblico si è fatto largamente sentire durante la premiazione, con i tifosi presenti che (erroneamente) si sono resi protagonisti di atteggiamenti poco sportivi nei confronti di un incolpevole Verstappen.

Nonostante tutto, il pilota Red Bull si è mostrato particolarmente sereno davanti ai microfoni.

Andiamolo a sentire:

“Abbiamo fatto una grande gara”, è la valutazione dell’olandese sulla performance sua e del team.

“Su ogni mescola, siamo stati i più veloci e il degrado è stato davvero buono. Avevamo un’ottima macchina in ottica passo gara e alla fine abbiamo dovuto solamente controllare il gap con Leclerc.”

La scellerata condotta dei commissari di pista appanna l'impresa dell'olandese, ingiustamente fischiato dagli spettatori a fine gran premio.

“Poi è uscita la safety car. Purtroppo non siamo riusciti a ripartire ma nel complesso, ancora una volta, abbiamo avuto una giornata davvero buona.”

“La partenza è andata come pianificato. Sono riuscito a uscire indenne dalla prima chicane e poi ho potuto tornare velocemente al mio ritmo fino al secondo posto.”

“Mi sentivo davvero bene con le gomme, inoltre l’auto era davvero divertente da guidare anche se faceva abbastanza caldo nell’abitacolo. Tirando le somme oggi è una grande giornata per noi”.

La scellerata condotta dei commissari di pista appanna l'impresa dell'olandese, ingiustamente fischiato dagli spettatori a fine gran premio.

Il primo posto di oggi sancisce la prima conquista per l’olandese nel tempio della velocità: un risultato inseguito per oltre 7 anni.

“Sì, ci è voluto un po’ di tempo per salire su un grande podio come questo, ma alla fine ci siamo riusciti”.

+ posts

ambizioso, perfezionista e in cerca di migliorarsi costantemente.