Verstappen e Leclerc pungono la Pirelli: “Abbiamo bisogno di gomme migliori”.

Verstappen e Leclerc pungono la Pirelli: “Abbiamo bisogno di gomme migliori”.

11 Ottobre 2022 0 Di Giuseppe Ruffo

Dopo la Fia anche la casa italiana necessita di portare alcune modifiche al loro prodotto: le gomme da bagnato sono un flop a metà.

Alla fine del doppio week-end in terra asiatica in cui la pioggia è stata la protagonista assoluta, uno degli aspetti su cui la Pirelli deve migliorare di più è l’efficienza delle gomme da bagnato.

A Suzuka i team hanno preferito l’uso della intermedia a quello della full wet, nonostante le condizioni fossero alquanto proibitive per quel compound specifico. I numerosi problemi di riscaldamento della gomma da bagnato estremo , infatti, hanno scoraggiato le squadre dal montare questa mescola.

Situazione analoga è accaduta anche a Singapore, in cui gran parte di gara è stata percorsa con le inters.

Ciò ha spinto i leader del campionato Max Verstappen e Charles Leclerc a fare un appello alla casa italiana, affinchè le coperture future diano maggiori certezze in condizioni climatiche avverse.

Le parole di Verstappen

“Non voglio recriminare nulla a nessuno, ma penso che abbiamo bisogno di gomme da pioggia migliori”, ha spiegato l’olandese ai media.

“Le gomme con la fascia blu sono solo lente e non possono davvero trasportare molta più acqua delle precedenti. Ecco perché tutti cercano sempre di passare molto rapidamente alle intermedie, perché sono molto più veloci sul giro secco.”

“Dopo aver smarcato subito il primo treno siamo andati  quasi cinque secondi più veloci. Ed è semplicemente un divario troppo grande.”

“Forse possiamo organizzare più test sul bagnato e lavorare insieme per cercare di trovare formule migliori per avere l’opportunità di guidare davvero sul bagnato e non solo fare due giri con pista umida e chiamarla gara bagnata. Questo perché una vera e propria gara bagnata viene normalmente guidata anche con forti piogge”.

L’opinione di Leclerc

Dal canto suo il monegasco si è concentrato sull’argomento visibilità, in quanto l’acqua alzata dalle monoposto riduce drasticamente la visuale di chi segue.

“Penso che un grosso problema di queste vetture sia proprio la visibilità”, ha spiegato .

“Quindi qualunque cosa possiamo fare per cercare di migliorare la visibilità e ridurre al minimo gli spruzzi, specialmente dietro le vetture, sarà estremamente vantaggioso perché credo che a volte si può effettivamente correre se fosse soltanto per le condizioni della pista.”

“Dovremmo cercare di trovare una soluzione per cercare di ridurre al minimo lo spray” ha poi concluso.

+ posts

ambizioso, perfezionista e in cerca di migliorarsi costantemente.