Formula 1 | Le pagelle di Spa: Leclerc perfetto, ma che Hamilton!

Formula 1 | Le pagelle di Spa: Leclerc perfetto, ma che Hamilton!

2 Settembre 2019 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Arriva la prima vittoria stagionale per la Ferrari con Charles Leclerc che tra le Ardenne centra la sua prima vittoria in carriera. Ottima seconda piazza per Lewis Hamilton davanti al suo compagno di squadra Bottas. Ora diamo i voti ai protagonisti di Spa-Francorchamps.

Charles Leclerc 10: Qualifica mostruosa, aiutato da una Ferrari che sul giro secco è nettamente più performante che non in gara, dove il monegasco è costretto a subire il ritorno di Hamilton, a cui resiste senza commettere errori. Dimostra una grande forza mentale, in un weekend dove perde un amico raccoglie la sua prima vittoria in carriera, proprio come Schumacher nel lontano 1992.

Lewis Hamilton 9: Che gara, non si accontenta mai. Nonostante il mondiale sia ormai suo, lotta fino all’ultimo giro spinto da una Mercedes che gestisce le Pirelli in modo magistrale rispetto agli avversari. Con qualche giro in più probabilmente avrebbe preso Leclerc.

Valtteri Bottas 7: Senza infamia e senza lode, una gara alla Bottas gironzolando tra le Ardenne. Non dà più segni, il Valtteri di inizio stagione sembra solo un lontano ricordo.

Sebastian Vettel 6,5 : Prende sette decimi in qualifica da Leclerc, in gara non riesce mai a tenere il suo passo. In difficoltà per tutto il weekend, si fa notare come uomo squadra tenendo Hamilton dietro per qualche giro, ma la sua gara è compromessa dalla fermata anticipata ai box. Da apprezzare comunque.

Alex Albon 8,5: Parte lontanissimo, arriva quinto con qualche aiuto. Un buon punto di partenza per il thailandese, nonostante Spa non sia adatta alla Red Bull. Si fa notare per alcuni sorpassi interessanti.

Sergio Perez 8: Forse il pilota più sottovalutato dell’intera griglia. Una prestazione maiuscola da parte del messicano, fresco di rinnovo con la Racing Point. Un weekend che sicuramente ricorderà per molto tempo.

Daniil Kvyat 7,5: In questa stagione sembra totalmente rinato, nonostante una vettura non tra le più efficienti. Parte dal fondo, arriva settimo senza regalare tanto spettacolo, ma alla fine si rivela concreto e porta il risultato a casa.


Nico Hulkenberg 7: Ottima gara del tedesco, scaricato dalla Renault per Ocon, merita di rimanere in Formula 1.

Pierre Gasly 6,5: Non è facile correre dopo essere stato retrocesso, però la sua gara non è proprio delle migliori, infatti arriva dietro al suo compagno di squadra nonostante gli sia partito davanti. La prestazione è però sufficiente perchè raccoglie qualche punticino.

Lance Stroll 5,5: Ennesima batosta presa dal suo compagno di squadra da cui dista ben 25 secondi, troppi. Prende un punto più per meriti altrui che per meriti suoi.

Lando Norris 8: Una gara perfetta, parte 11esimo e dopo la prima curva si ritrova quinto. Distanzia tutti e conduce una gara tranquilla fino all’inizio del giro 44, in cui la sua Mclaren lo tradisce negandogli la gioia del miglior risultato in carriera.

Haas Racing Team 4: Piloti disastrosi, auto da buttare. Lenta sul rettilineo, lenta in curva, lenta dappertutto. La classifica parla chiaro, dietro di loro c’è solo la Williams. Penso sia arrivata l’ora di cambiare qualcosa.

Antonio Giovinazzi 4: Un voto che è la media tra l’8 della gara e lo 0 dell’errore. Per la prima volta della stagione vediamo un Giovinazzi combattente, coraggioso, veloce e con un ottimo potenziale. Butta quella che sarebbe stata una grande ottava piazza con un errore non da rookie, peggiore. Peccato perchè dietro di lui in classifica c’è solo Russell. Servono i punti.

+ posts