F1 | Test Barcellona Day 2: Raikkonen comanda, la Mercedes stupisce tutti col DAS

F1 | Test Barcellona Day 2: Raikkonen comanda, la Mercedes stupisce tutti col DAS

20 Febbraio 2020 0 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Al termine della giornata davanti a tutti si piazza l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen, ferma nel finale, seguita dalla Racing Point di Sergio Perez. Ma a sorprendere tutti è la Mercedes, che porta a Barcellona una clamorosa novità.

A Barcellona poca attività soprattutto nel mattino a causa delle temperature leggermente più basse rispetto alla giornata precedente. Al termine della sessione davanti a tutti troviamo Kimi Raikkonen. Il pilota finlandese, 40 primavere compiute, ha fermato il cronometro sull’1.17:091, ben 7 decimi più veloci dello scorso anno. Problemi sul finale con l’Alfa Romeo che si ferma in pista, anche se a fine sessione sono arrivate rassicurazioni: la macchina si è arrestata per la fine del carburante. Kimi ha comunque completato 134 giri, non male. Scorrendo la classifica troviamo in seconda posizione la sorpresa – almeno fino a stamattina – dei test: Sergio Perez e la sua Racing Point continuano a stupire e non hanno nessuna intenzione di smettere. Continuano le polemiche nel paddock nonostante le ovvie smentite di Andrew Green (direttore tecnico, ndr), mentre la vettura in pista regala soddisfazioni con ben 145 giri completati. In terza posizione Daniel Ricciardo, che ha guidato la sua Renault al mattino completando solo 41 giri, lasciando spazio nel pomeriggio ad Esteban Ocon – dodicesimo – autore di 52 giri. Non una delle giornate più positive per la casa francese. Quarta piazza per Alex Albon, che ha girato per tutta la giornata percorrendo 134 giri e fermandosi a circa 8 decimi dalla testa. Ha tardato a scendere in pista in mattinata a causa di alcuni problemi con il sedile dell’abitacolo. Di seguito troviamo l’AlphaTauri di Pierre Gasly, che si è girato al mattino nel giro in cui montava i tubi di Pitot per raccogliere dati, per fortuna senza conseguenze.

Arriva la prima delle Ferrari con Vettel, sesto al termine della giornata, che ha finalmente esordito sulla SF1000. Il tedesco, dopo i problemi accusati ieri, ha completato 73 giri nel pomeriggio, fermando il cronometro sull’1.18:154, ad un secondo dal suo ex compagno di squadra in Ferrari. Mentre Leclerc, in pista al mattino, si è fermato un decimo abbondante più indietro con soli 49 giri effettuati e i meccanici che hanno lavorato a lungo a cofano aperto sul posteriore della vettura. Tra le due rosse troviamo un’incoraggiante Williams, con George Russell autore di 116 giri.

Charles Leclerc (MON) Ferrari SF1000. 20.02.2020. Formula One Testing, Day Two, Barcelona, Spain. Thursday. – http://www.xpbimages.com, EMail: requests@xpbimages.com © Copyright: Moy / XPB Images

Capitolo Mercedes: oggi hanno spiazzato tutti, con un onboard a sorpresa che ha svelato un sistema che permettere al volante di andare avanti e indietro agendo sul camber e aiutando la vettura nell’inserimento curva e anche sulle velocità di punta. Sul campo i tempi – almeno oggi – dicono altro. 183 giri completati in due, 106 per Hamilton al mattino con la nona posizione, a pochi millesimi da Leclerc. 77 per Bottas, che chiude la classifica a 2.2 secondi da Raikkonen. Il finlandese della Mercedes ha accusato problemi sul finale alla parte ibrida che non gli hanno permesso di prendere parte all’ultima parte di test. All’appello mancano Norris e Grosjean. Il pilota McLaren – decimo – si becca un secondo e tre dalla vetta completando però 137 giri mentre il francese della Haas è lo stakanovista della giornata con ben 158 giri percorsi.

Di seguito i risultati del Day 2:

+ posts