Williams, parla Russell: “Per noi anche l’undicesimo posto è una vittoria”.

Williams, parla Russell: “Per noi anche l’undicesimo posto è una vittoria”.

12 Maggio 2021 0 Di Nicola Sotgia

In questo momento, guidare per la Williams significa lottare per le posizioni meno nobili della classifica. Nonostante le difficoltà, il Giovane Britannico non molla.

Sin dall’esordio nelle categorie minori, George Russell ha sempre battagliato per la vittoria. Sia in Formula 3 che in Formula 2, il talento Britannico non si è mai risparmiato in nessuna lotta. Anche grazie alla sua tenacia ha conquistato molti successi, tra cui ben tre titoli. Da quando è in Formula 1, però, la musica è cambiata. Guidare una Williams significa non lottare per la vittoria, ma aspirare al massimo alla quattordicesima o quindicesima piazza.

Dopo aver sostituito Hamilton nel Gran Premio di Sakhir 2020, la frustrazione è sicuramente aumentata. Oltre alla beffa del pit stop, il pilota Inglese ha assistito al rinnovo contrattuale di Bottas, relegandolo di fatto ad un’altra stagione di sofferenze in Williams.

Russell non si è dato per vinto, rimboccandosi le maniche per cercare di trarre il massimo dalla propria monoposto. Durante il podcast “In The fast Lane”, il nativo di King’s Lynn ha parlato di ciò.

George e le ” piccole vittorie” del suo Team.

Ho sempre combattuto per le pole position e per vincere nella mia carriera.

George Russell

Con queste parole, il giovane Russell ha esordito nella conversazione con i suoi interlocutori, mostrando una certa convinzione nei propri mezzi. Il Britannico ha poi continuato, spiegando nel dettaglio la nuova situazione in cui si trova:

“Se improvvisamente lotti per la P14, per la Williams è un buon risultato. Devi riconoscerlo anche a te stesso, altrimenti lo sconforto si impossesserà di te”.

“L’undicesimo posto del Portogallo ci è sembrata una pole position. Questi risultati dobbiamo considerarli come piccole vittorie”.

Williams russell
Russell alla guida della sua Williams. Portimao 2020. Foto autosport.com

George ha poi parlato dell’impossibilità di poter combattere per le prime posizioni:

“Sfortunatamente, la situazione è così adesso. A meno che tu non abbia a disposizione una delle vetture più forti, non hai possibilità di vincere. Tutto ciò è frustrante, ma la pazienza è la chiave di tutto”, ha chiuso.

Russell avrà un futuro in Mercedes?

Seguici sui nostri social!

Per non perderti nessuna news sui motori ti basta seguirci sui social. Vai su Instagram, Telegram, Twitter e Youtube; digita Fuoripista e clicca su segui! Se i nostri articoli saranno di tuo gradimento, non esitare a condividerli. Con questo, noi vi auguriamo un felice race week. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

Website | + posts

Appassionato della Formula 1 dei bei tempi.