Feature Race F2 – Zhou vince davanti a Ticktum e Piastri

Feature Race F2 – Zhou vince davanti a Ticktum e Piastri

18 Luglio 2021 0 Di priscamanzoni

Gara interessante la Feature Race di Formula 2 oggi. La griglia di partenza vede il leader del campionato Oscar Piastri davanti al compagno di Academy Guanyu Zhou, avvantaggiato anche dalle bandiere rosse in qualifica. Dietro di loro partivano l’olandese Richard Verschoor, in ottima forma questo weekend, e il pilota di casa Dan Ticktum.

Alla partenza, Zhou brucia Piastri e prende la leadership, così come Ticktum passa Verschoor. Ottima partenza anche di Shwartzman, che guadagna ben due posizioni e si porta in quinta piazza. Subito, Shwartzman e Ticktum chiedono gomme diverse, perché per i 35 gradi sull’asfalto le soft non erano ideali. Per cercare di recuperare, Piastri prova al giro dopo un undercut, ma questa mossa gli fa perdere la posizione anche su Ticktum, che lo supera con gomme più calde. Bagarre al pit stop dell’ART, durante il quale Lundgaard perde la gomma posteriore sinistra, non affrancata bene, che rimbalza sulla vettura (Evitando fortunatamente il casco) e rotola in pit-lane. Per questo, oltre alla sosta lenta, Lundgaard è costretto a scontare una penalità di 10 secondi e uno stop and go di altri 10, il che mantiene sempre in ultima posizione a una distanza notevole da Deledda.

Dopo le soste, le posizioni sono abbastanza stabilizzate: Tikctum si trova a quattro secondi da un inarrestabile Zhou mentre Piastri soffre e perde tempo dietro a Nannini, che insieme a Vips e Daruvala non ha effettuato il pit stop fino a dieci giri dalla fine (Nel caso di Nannini addirittura a otto, dopo essere stato passato da Piastri). Questa sosta ritardata si rivela una mossa azzeccata per Vips, il quale riesce a risalire con una serie di giri veloci da undicesimo a settimo, dietro a Shwartzman e Drugovich.

Bella battaglia finale per il podio da Verschoor e Piastri negli ultimi due giri: il pilota olandese si era avvicinato molto durante i giri in cui Piastri non riusciva a superare Nannini, tuttavia il pilota australiano non ha mai mollato il pedale dell’acceleratore e con delle mosse al limite (Investigate, senza un esatto motivo, dopo la gara) si porta a casa la terza piazza e mantiene per cinque punti la leadership del campionato su Zhou (108 contro 103).

Il prossimo appuntamento sarà poi a Monza.

La lotta tra Piastri e Verschoor
Il podio
I primi posti della classifica piloti in F2

+ posts