Alonso: “Potevo vincere il Gran Premio di Ungheria”

Alonso: “Potevo vincere il Gran Premio di Ungheria”

7 Agosto 2021 1 Di Ivan Mancini

Il pilota spagnolo sostiene di aver avuto una possibilità di vincere la gara o di conquistare almeno un podio durante lo scorso GP.
 

Lo scorso GP di Ungheria ha visto trionfare un volto nuovo, quello di Esteban Ocon. Alonso, compagno di squadra del francese presso Alpine, ha conquistato la bandiera a scacchi “solo” al quinto posto. Tuttavia lo spagnolo ritiene che, subito dopo il pit stop, avesse un ritmo tale da poter puntare alla vittoria. “Avevo raggiunto Carlos e Hamilton abbastanza rapidamente” ha detto Alonso ai microfoni di RaceFans.net. “Stavo facendo registrare giri sempre più veloci e pensavo di sorpassarli per poter vincere la gara. […] Poi ho realizzato che non avrei potuto vincere la gara e il mio obiettivo è diventato sorpassare Hamilton e Sainz”.

La situazione della gara è cambiata quando Hamilton ha montato gomme più fresche. “Hamilton si è fermato ai box, quindi c’era solo Sainz a separarmi dal podio” ha affermato Alonso, che poi ha sottolineato come la sua Alpine, soprattutto nei giri finali, mancava di velocità nei rettilinei; l’obiettivo, dunque, era la medaglia di legno. “In quel momento ho pensato che se fossi stato dietro a Carlos con il DRS avrei potuto proteggere la quarta posizione”. Anche questo piano, tuttavia, si è rivelato impossibile, poiché Hamilton alla fine ha trovato un modo per superare Alonso sfruttando un errore dello spagnolo. “Ogni battaglia che ho avuto con Lewis mi faceva perdere il DRS da Carlos, perché lo stavo difendendo” ha spiegato. “Stavo pensando al podio e per un momento anche alla gara, quindi ero molto ottimista. Troppo ottimista!”.

Alonso in lotta con Hamilton durante il GP di Ungheria

Alonso è stato elogiato dalla sua squadra per aver tenuto a bada Hamilton per 10 giri, favorendo dunque la vittoria di Ocon. Ma è anche vero che Alpine non ha mai detto allo spagnolo quanto quanto fosse importante per le loro speranze di vittoria, difendendo il compagno di squadra dagli assalti di Hamilton. “La squadra non mi ha detto nulla, ma sapevo più o meno quale fosse la situazione della gara. Guardavo i grandi schermi e sapevo che Ocon e Vettel erano in lotta due curve davanti a noi. […] Mancavano 20 giri alla fine e Lewis girava due o tre secondi più veloce: probabilmente avrebbe vinto la gara. Quindi sapevo che ogni giro che potevo tenerlo dietro era prezioso per la vittoria di Esteban”.

Ocon, vincitore dello scorso GP di Ungheria

Lo spagnolo, inoltre, dubitava che sarebbe stato in grado di tenere Hamilton per così molto tempo. “Pensavo onestamente che non avrei potuto trattenerlo più di uno o due giri, ma nelle ultime due curve sembrava faticare un po’ a seguirmi. Fortunatamente è bastato allungare sul rettilineo e difendere dagli assalti. Penso che abbia imparato un paio di linee diverse nelle ultime tre curve dopo i 10 giri dietro di me ed è riuscito a superare Carlos in un solo giro applicando quelle nuove linee”.

+ posts