F2 | GP d’Italia – Daruvala in solitaria centra il primo successo stagionale in Gara-2

F2 | GP d’Italia – Daruvala in solitaria centra il primo successo stagionale in Gara-2

11 Settembre 2021 0 Di Roberto Carli

L’indiano Daruvala conquista meritatamente la sua prima vittoria del 2021, guadagnando la testa della corsa in partenza e tenendosela sino alla bandiera a scacchi. Alle sue spalle, dopo aver dimostrato il proprio valore già in Gara-1, si piazza Bent Viscaal, a lungo in lotta con Beckmann nel corso della Gara. A chiudere il podio il russo di Prema Robert Shwartzman, che si riprende quanto perso nella prima Sprint Race. Piastri chiude 7° davanti a Zhou e allunga in classifica

La griglia di partenza della seconda Sprint Race del week-end vede nuovamente come Polesitter David Beckmann (Campos), essendo arrivato 10° in Gara-1. Al suo fianco la Carlin di Jehan Daruvala, 9° nella prima Gara dopo essere partito dalla medesima casella. Seconda fila che vede Juri Vips (Hitech) e un ottimo Bent Viscaal, sempre più a suo agio con la Trident. Quinta casella occupata dal russo Shwartzman (Prema), voglioso di quel podio perso per colpa delle penalità, affiancato da Lawson (Hitech)

La quarta fila viene aperta dal leader di Campionato e portacolori Prema Oscar Piastri, seguito da Lundgaard (ART Grand Prix), autore di una rimonta da sogno in Gara-1. L’altra ART, quella di Pourchaire scatterà dalla decima casella, mentre a precederlo ci sarà la UNI Virtruosi di Guanyu Zhou. Da sottolineare il fondo del gruppo, in cui troviamo sia Drigovich (20°) a bordo dell’altra UNI e la Carlin di Dan Ticktum, 22° e ultimo

I semafori si spengono e danno il via a 21 giri di fuoco

Alla partenza Beckamann non è brillante e Daruvala si infila subito all’interno della “Prima Variante”, guadagnando la testa della corsa. Bene anche Zendeli che guadagna la terza piazza prima della “Roggia”, dove a centro gruppo Lundgaard perde il posteriore e crea scompiglio. Fortunatamente viene evitato da tutti e può ripartire, anche se ultimo. Intanto dal fondo inizia a risalire anche Dan Ticktum, 15° dopo due tornate e con alle spalle Felipe Drugovich

Al 3° passaggio Pourchaire entra di forza all’interno di Piastri, guadagnando la settima piazza alla “Roggia”. Proprio nella stessa curva, poco più dietro, un contatto tra i compagni Deledda e Hughes, mette fuori gioco quest’ultimo. Il britannico si collega con il muretto box per esternare la propria rabbia e additare la colpa al compagno, sostenendo che l’italiano lo abbia chiuso in ingresso. Per consentire lo spostamento della monoposto del Team HWA la Direzione Gara opta per una Virtual Safety Car. La ripartenza viene leggermente ritardata per colpa della vettura di Samaia ferma appena fuori dalla Pit Lane

La Gara riparte al 5° giro e Daruvala impone subito il proprio ritmo, allungando sulla coppia Beckmann-Viscaal. Poco più indietro inizia a formarsi un folto gruppo, che parte da Shwartzman, 4° dopo essersi liberato della presenza delle due Hitech, e arriva alla decima piazza di Boschung (Campos). A metà Gara però il gruppo si divide in due, causa anche dell’accesa lotta tra Pourchaire e Zhou per l’ottava piazza. Al 17° passaggio il cinese riesce ad avere la meglio del vincitore di Gara-1, colpevole di un bloccaggio nella frenata di Curva 1, e conseguente lungo

Il miraggio Daruvala

Daruvala ormai non si vede più, ha quasi 6 secondi di vantaggio su Beckmann e più di 8 su Shwartzman, staccatosi dalle due Hitech e dal compagno Piastri. Lo stesso russo si avvicina minaccioso al podio, aiutato anche dalla lotta tra Beckmann e Viscaal. Proprio la Trident dell’olandese si piazza in seconda posizione dopo il bloccaggio del tedesco, il quale subirà anche il rientro di Shwartzman e Lawson nelle battute finali

Nel frattempo, dopo la vittoria nell’ultimo atto del Bahrain lo scorso anno, Jehan Daruvala festeggia in solitaria il secondo successo in carriera in Formula 2. 7 secondi più tardi taglia il traguardo Bent Viscaal, al primo podio in carriera. Finalmente gioie anche in F2 per il Team di Salvadori. Ultimo giro thriller per il gruppo aperto da Shwartzman, finalmente sul podio. Beckamann chiude 5° e limita i danni infilandosi tra le Hitech di Lawson e Vips, con il pilota DTM davanti all’estone

Giro veloce e settima piazza per Oscar Piastri. Una Gara-2 senza acuti per l’australiano, bravo a tenersi lontano dai guai e a gestire al meglio la classifica generale. A dare valore a quest’ultima frase ci pensa il piazzamento di Zhou, 8° e ultimo pilota a punti. Il cinese, nonostante la possibilità di tentare un attacco su Piastri, ha voluto limitare i danni, confermando nuovamente una maturità da contendente al titolo. Chiudono la Top10 Boschung e Pourchaire, in crisi nera con le gomme negli ultimi giri. Da ricordare anche l’undicesima piazza di Dan Ticktum, partito ultimo e con 11 posizioni guadagnate al traguardo. Deledda chiude 19°, unico portacolori italiano

Di seguito la classifica finale

Domani mattina carichi per la Feature Race, ore 10:25

Website | + posts