F1 | GP d’Italia: è doppietta McLaren, ma scintille tra Hamilton e Max!

F1 | GP d’Italia: è doppietta McLaren, ma scintille tra Hamilton e Max!

12 Settembre 2021 3 Di Ivan Mancini

Gara strepitosa per le McLaren che conquistano una doppietta dopo 11 anni, ma i riflettori sono puntati sull’incidente tra Max ed Hamilton.
 

Pregara

Partenza in salita per l’AlphaTauri nel GP di casa. Gasly, dopo il DNF nella precedente qualifica sprint, è costretto a ripartire dalla pit lane in seguito al cambio di alcune componenti. Il francese, tuttavia, è costretto al ritiro dopo appena 5 giri per problemi su cui la scuderia sta investigando. Destino simile per Tsunoda, che a causa di problemi non ancora noti non prende parte al GP d’Italia.

 

Partenza e primi 25 giri

Partenza super per Ricciardo: alla prima variante è già davanti al suo ex compagno di squadra Verstappen. Buona anche la partenza di Hamilton che, nonostante la differenza di grip dovuta alla gomma dura, riesce a conquistare la posizione su Norris e tenta l’attacco su Verstappen alla Roggia. L’olandese, con una manovra ai limiti della regolarità, riesce a difendersi dall’attacco di Hamilton e l’inglese è costretto a retrocedere in quarta posizione. Sempre alla Roggia si verifica un’altro contatto, quello tra Sainz e Giovinazzi. Ad avere la peggio è proprio il pilota Alfa Romeo, costretto a cambiare l’ala anteriore e ricostruire tutto ciò che aveva faticosamente conquistato in tutto il weekend.

Nel frattempo la vera battaglia è quella tra McLaren, Red Bull e Mercedes. Verstappen, più veloce di Ricciardo, fatica a superare l’ex compagno di squadra, mentre Hamilton (complici problemi di clipping) sembra essere incollato agli scarichi di Norris. A centrogruppo è da segnalare il sorpasso di Perez su Sainz, dopo un’accesa battaglia in cui lo spagnolo ha tenuto testa al messicano prendendosi l’esterno della Curva Grande. Altra bagarre si verifica nelle retrovie, con Bottas che riesce a rimontare 10 posizioni; frizioni anche tra Ocon e Vettel, con il francese che difende la posizione con una manovra giudicata irregolare dalla direzione gara – 5s di penalità per il francese.

Trascorsi i primi 22 giri il degrado gomme è tale che i piloti cominciano ad incontrare delle difficoltà. Il primo ad aprire la danza dei pit stop è Daniel Ricciardo, che monta gomma dura e lascia che Verstappen possa agguantare la leadership della gara.

 

Pit stop, incidente e ultimi giri

È questa una situazione momentanea in quanto il giro successivo anche Verstappen è costretto a rientrare ai box. Gomma dura per l’olandese, ma dei problemi tecnici all’anteriore destra costringono Verstappen a ritardare l’uscita dai box, scivolando in 11° posizione. Anche Hamilton, con gomme a fine vita, rientra ai box per montare nuove gomme, ma un pit stop lento di 4.5 secondi rovina la strategia della casa tedesca. Hamilton rientra in pista al fianco di Verstappen e i due vanno ruota a ruota alla prima variante, dove un contatto mette fuori dai giochi i due contendenti al titolo.

Incidente tra Hamilton e Verstappen

A trarre vantaggio dall’incidente è Leclerc, che approfitta della situazione per poter effettuare la propria sosta, sbucando in seconda posizione alle spalle di Ricciardo. Alla ripartenza la superiorità McLaren è tale che Norris riesce a superare Leclerc, il quale è costretto a veder sfilare anche Bottas e Perez. Tra Bottas e Perez va in scena una lunga bagarre che risulta essere una pura formalità, in quanto sul messicano pende una penalità di 5 secondi per aver tratto vantaggio tagliando curva 5. La battaglia tra i due è interrotta da una VSC causata dall’auto di Mazepin ferma per problemi alla PU. Piove sul bagnato per il russo, relegato in ultima posizione con una penalità di 5s per una manovra scorretta ai danni del compagno di squadra.

Nel frattempo i due piloti McLaren, complice la battaglia tra Perez e Bottas, aumentano il proprio vantaggio sul resto della griglia. Per le due britanniche si profila all’orizzonte una clamorosa doppietta che in casa britannica manca da oltre 10 anni. Ed è proprio il Tempio della Velocità a regalare alla McLaren una clamorosa doppietta, issando Daniel Ricciardo sul gradino più alto del podio. Lo stesso Ricciardo riesce a conquistare anche il punto addizionale del giro veloce, regalando alla McLaren un prezioso bottino in ottica campionato costruttori.

Di seguito l’ordine di arrivo del GP d’Italia.

Griglia GP d'Italia

Tempi e classifica disponibili sul sito www.formula1.com.

+ posts