Dal 2022 un rookie sarà obbligatorio in un certo numero di sessioni di libere.

Dal 2022 un rookie sarà obbligatorio in un certo numero di sessioni di libere.

13 Settembre 2021 3 Di Nicola Cobucci

Le sessioni di prove obbligatorie per i giovani piloti alle prime armi di Formula 1 saranno introdotte il prossimo anno, ha confermato il direttore del motorsport della serie Ross Brawn.

Sono state espresse preoccupazioni per la mancanza di opportunità offerte ai giovani piloti in F1. Le rigide restrizioni sui test danno poche possibilità di esperienza ai giovani piloti. Per affrontare questo problema, il prossimo anno verranno introdotte nuove norme che impongono ai team di offrire opportunità durante i fine settimana dei Gran Premi ai giovani piloti.

“Dovrà guidare un giovane pilota al venerdì, per ogni squadra, in un certo numero di occasioni”, ha affermato Brawn nelle parole riportate da RaceFans.net.

Le regole saranno scritte in modo tale da garantire la possibilità ai nuovi talenti. Tutti i piloti confermati sulla griglia per il 2022 finora hanno già corso in Formula 1. Il leader della classifica della Formula 2 Oscar Piastri, che ha vinto campionati in ciascuna delle ultime due stagioni, sembra destinato a mancare una promozione.

Le sessioni di prove obbligatorie per i giovani piloti alle prime armi di Formula 1 saranno introdotte il prossimo anno, ha confermato il direttore del motorsport della serie Ross Brawn.

Tuttavia Brawn ha affermato che la presenza di piloti come George Russell , Charles Leclerc e Max Verstappen mostra che ci sono opportunità per piloti di talento in F1.

“Guarda chi abbiamo visto entrare. Abbiamo visto entrare George, abbiamo visto entrare Charles, abbiamo visto entrare Max, abbiamo visto entrare altri piloti. Quindi c’è l’opportunità se sei bravo. È fantastico cercare di aiutarli, ma non credo che ci manchino giovani piloti che approdino in Formula 1.”

+ posts