F1 | GP Turchia: Hamilton domina le FP2, seguono Leclerc e Bottas

F1 | GP Turchia: Hamilton domina le FP2, seguono Leclerc e Bottas

8 Ottobre 2021 0 Di Ivan Mancini

Verstappen in evidente difficoltà nel trovare l’assetto della propria Red Bull. Bene Ferrari e Alpine, McLaren anonime. Giovinazzi 10°.
 

Dopo le FP1 mattutine i piloti sono pronti a scendere in pista per la seconda sessione di prove libere. Il primo a mettere le ruote sull’asfalto è Schumacher a cui poi si accoda il resto della griglia. Il primo tempo tempo più veloce è quello di Sainz (1:25.819), subito spodestato prima da Pérez (1:25.278) e poi da Leclerc (1:24.102). Le condizioni meteo e dell’asfalto consentono ai piloti di testare tutta la gamma di gomme slick: nel primo quarto d’ora i piloti differenziano le proprie strategie montando mescole dure e mescole medie, prima di passare alla mescola soft.

I progressi effettuati dalla Ferrari circa la componente ibrida ben si conciliano con le caratteristiche del circuito e i piloti della Rossa dimostrano una certa competitività. Lo stesso Leclerc, a parità di gomma, riesce a tenere testa a Pérez e ad Hamilton, mantenendo la leadership momentanea per ben 99 millesimi. Dopo pochi minuti ad avere la meglio è il britannico, che con 1:23.804 riesce a conquistare il vertice della classifica, relegando Leclerc in seconda posizione.

A venti minuti dall’inizio delle prove libere viene sventolata la bandiera gialla. Il responsabile è Nicholas Latifi che perde il controllo della propria Williams nel terzo settore. Non è richiesto l’intervento di alcun mezzo speciale e di conseguenza viene esposta subito bandiera verde.

Nel frattempo stupiscono le prestazioni sottotono di Max Verstappen, quinto a 6 decimi da Hamilton e a parità di gomma. L’olandese fatica a trovare l’assetto giusto e lamenta problemi di “snap” a centro curva (instabilità del posteriore). Le difficoltà di Verstappen sono evidenti anche dagli onboard che dimostrano i problemi di sovrasterzo e sottosterzo contro cui Verstappen è costretto a lottare. Stupiscono, invece, Norris e Giovinazzi. L’inglese, con mescola dura, riesce a conquistare il secondo tempo momentaneo, mentre Giovinazzi raggiunge l’unicesima posizione alle spalle di Raikkonen; anche Alonso dimostra un buon passo, ottenendo un 1:24.660 con gomma rossa.

Da sottolineare la prestazione di spessore di Hamilton. Complice la nuova unità endotermica e il minor carico di benzina, Hamilton si dimostra il più veloce della griglia sia in simulazione qualifica che sul passo gara. Anche Leclerc mostra un buon passo (1:28.1), ma Hamilton è più veloce di circa mezzo secondo.

Di seguito la classifica stilata al termine delle FP2.

Classifica FP2 F1

Tempi e classifica disponibili su www.formula1.com.

+ posts