Hamilton penalizzato di 10 posizioni: “Ho bisogno della pole”

Hamilton penalizzato di 10 posizioni: “Ho bisogno della pole”

8 Ottobre 2021 0 Di Alessio Donzelli

Lewis Hamilton sarà penalizzato di 10 posizioni in griglia per la sostituzione della parte endotermica del motore. Il britannico ora punta alla pole position, per partire 11° e sperare in una bella rimonta in gara.

Stamattina è arrivata la comunicazione del cambio della parte endotermica della PU di Lewis, per cui dovrà scontare 10 posizioni. A differenza di Verstappen a Sochi, il britannico sostituiste solo parzialmente il motore, e sarà probabilmente costretto a subire un’altra penalità entro la fine della stagione. Il venerdì di Hamilton è stato però eccezionale, e il 7 volte campione del mondo è stato il migliore in entrambe le sessioni di prove libere del venerdì del GP di Turchia. La competitività della Mercedes su questa pista fa pensare ad una gran rimonta di Hamilton, che deve limitare i danni contro un Verstappen apparso debole. A mischiare ancor di più le carte c’è l’incognita meteo, con il rischio pioggia presente sia per sabato che per domenica.

Immagine

Lewis spiega come il grip sia migliore del 2020

Parlando a sky sports, Hamilton ha esordito commentando le condizioni dell’asfalto. Come già sottolineato da altri piloti, il grip è decisamente migliorato. “Oggi è andata molto diversamente. L’anno scorso c’era un asfalto talmente nuovo che c’era l’olio che saliva in superficie” ha dichiarato “Stavolta hanno pulito la pista davvero bene qualche giorno prima, quindi non sapevamo cosa aspettarci quando siamo entrati in pista oggi, ma c’era molto più grip rispetto al passato. E guidare su questa pista con queste condizioni è molto più divertente.

Le sensazioni del venerdì di Hamilton

Il campione del mondo in carica si è trovato bene già nelle FP1 del GP turco, rifilando 4 decimi al rivale Verstappen, grazie ad un buon assetto iniziale. Sebbene Lewis abbia provato qualche modifica che non lo ha convinto, ha primeggiato anche nelle FP2, su Leclerc per un 166 millesimi; oltre a mostrare il miglior passo gara.

“Siamo partiti con un buon assetto e siamo stati molto veloci nella prima sessione.” ha commentato Hamilton “Poi abbiamo apportato qualche modifica, anche perché la pista è sempre in evoluzione di sessione in sessione. I cambiamenti che abbiamo fatto però non mi hanno fatto sentire a mio agio come nella prima sessione. Però abbiamo raccolto tante informazioni che speriamo che ci possano essere utili nelle prossime sessioni”.

Nonostante sia stato superiore a chiunque altro, Hamilton è in cerca di qualche dettaglio con cui possa migliore ancora: “Sono abbastanza vicino [al 100%]. Non so quanto margine ci sia ancora, ma troviamo sempre qualcosa e penso che ci riusciremo anche stasera, sperando che poi domani non piova“. Lewis spera ovviamente che la qualifica possa essere asciutta, in modo da essere l’assoluto protagonista. Una gara bagnata, invece, potrebbe aiutarlo a scalare la classifica.

Immagine

Gli obiettivi: “Ho bisogno di fare la pole per limitare i danni”

Il britannico ha poi fissato gli obiettivi per la giornata di domani. La pole sarebbe fondamentale per partire il più avanti possibile, mentre ci sarà del lavoro da fare nelle FP3. Ho bisogno di fare la pole per limitare i danni. Poi ovviamente devo capire anche meglio la macchina per essere veloce nei long run, quindi domani diciamo che dovrò trovare il giusto equilibrio nel lavoro da fare in FP3. Non è molto diverso da qualsiasi altro fine settimana” ha detto Hamilton.

Infine Lewis non dà per scontata la rimonta, sottolineando la grande competitività mostrata dalla Ferrari, ma facendo attenzione anche ad Alpine e McLaren. [Le Ferrari] saranno difficili da superare, ma anche le Renault e le McLaren. Sembra che stiano migliorando sempre di più nel corso di quest’anno. Non so se stanno portando degli aggiornamenti, perché non guardo proprio a loro. Ma è bello vederli diventare più forti e spero che lo siano anche l’anno prossimo” ha concluso Hamilton.

Immagine

Lewis, asciutto o bagnato che sia, cercherà di rimontare e potrebbe puntare al podio. Il GP di Turchia potrebbe essere fondamentale per il mondiale, con Verstappen che deve riprendersi la testa del campionato ed Hamilton che tenterà di impedirglielo.

+ posts