Bottas ci crede: “Posso ancora vincere il titolo quest’anno.”

Bottas ci crede: “Posso ancora vincere il titolo quest’anno.”

12 Ottobre 2021 1 Di Nicola Cobucci

Valtteri Bottas ha valutato le sue opzioni matematiche di diventare campione del mondo nel 2021, il suo ultimo anno in Mercedes. Il finlandese, che ha vinto per la prima volta in questa stagione in Turchia, è a 85,5 punti da Max Verstappen a sei gare dalla fine.

 

In nessun momento delle ultime cinque stagioni Valtteri Bottas ha riconosciuto pubblicamente di non avere possibilità di essere campione. Anche nel 2021, e con il titolo di secondo pilota assegnato pubblicamente, il finlandese non si arrende.

Con sei gare rimaste – e 156 punti – da distribuire nella stagione in corso, il 77 fa appello alla matematica per diventare campione del mondo prima di passare in Alfa Romeo il prossimo anno, dopo essere stato sostituito da George Russell in Mercedes.

Valtteri Bottas ha valutato le sue opzioni matematiche di diventare campione del mondo nel 2021, il suo ultimo anno in Mercedes. Il finlandese, che ha vinto per la prima volta in questa stagione in Turchia, è a 85,5 punti da Max Verstappen a sei gare dalla fine.

“In teoria, ho ancora delle possibilità. Ma se non posso essere campione, spero che lo sia Lewis”, ha spiegato Bottas nelle parole pubblicate dal portale turco Motorsport.tr.

Il finlandese è terzo nel Mondiale 2021 ed è a 85 punti e mezzo da Max Verstappen in classifica. In questa stagione Bottas ha concluso davanti a Verstappen solo una volta su 16 gare, senza contare – ovviamente – le date in cui entrambi si sono ritirati.

Valtteri Bottas ha valutato le sue opzioni matematiche di diventare campione del mondo nel 2021, il suo ultimo anno in Mercedes. Il finlandese, che ha vinto per la prima volta in questa stagione in Turchia, è a 85,5 punti da Max Verstappen a sei gare dalla fine.

Infatti, prima di questo fine settimana in Turchia, non c’è stato nessun evento in questa stagione in cui Bottas abbia concluso davanti a Verstappen o Lewis Hamilton, cosa che – ovviamente – sarebbe necessaria per vincere il titolo.

È vero che Bottas ha la matematica dalla sua parte, ma se il finlandese vincesse con il giro più veloce tutte le gare che restano quest’anno e Verstappen non salisse mai più sul podio, Bottas non sarebbe comunque campione. Una possibilità abbastanza remota.

+ posts