GP Stati Uniti – Qualifiche: Verstappen fa la pole ad Austin, Hamilton 2°.

GP Stati Uniti – Qualifiche: Verstappen fa la pole ad Austin, Hamilton 2°.

24 Ottobre 2021 4 Di Alberto Ghioni

Dopo tre sessioni di prove libere, i team dovranno mettere insieme tutto ciò che di buono hanno ricavato dal lavoro fatto. Diverse le penalità in griglia, Bottas ed Alonso su tutti, con l’asturiano che partirà dal fondo. Bisognerà fare attenzione ai track limits, che nelle prove libere hanno causato la cancellazione di molti tempi.

Q1

Si accendono i semafori verdi in fondo al pit lane e molte macchine escono subito dai box per fare un giro buono nell’immediato. Sale in prima posizione Charles Leclerc, situazione che dura poco perché Verstappen lo batte per 7 decimi, così come Sergio Perez.

Immagine

Bottas ed Hamilton si mettono a seguire il duo Red Bull, staccando tutti gli altri di circa mezzo secondo: il divario sembra molto ampio. Incredibilmente però Daniel Ricciardo si mette in prima posizione, con un giro decisamente molto veloce, mentre Norris e Sainz si mettono in terza e quarta posizione. Vettel si lamenta di Mazepin: il russo lo ha nettamente ostacolato nel primo settore.

Immagine

Max Verstappen si riporta in prima posizione di circa cinquanta cinque millesimi, mentre Sergio Perez si porta in seconda posizione, distaccato di un solo centesimo dal compagno. Nel frattempo, il duo della Mercedes si lamenta di una macchina non proprio perfetta, che li porta a soffrire di sovrasterzo.

Esclusi i primi cinque, tutti si lanciano di nuovo per evitare l’eliminazione. Leclerc riesce addirittura a metterla in prima posizione, superando di due decimi l’olandese. Le Mercedes si migliorano, seppur di pochi millesimi, ma riescono comunque ad evitare facilmente l’eliminazione.

Alla fine sono eliminati: Stroll (che non ha potuto completare il giro a causa di una bandiera gialla scatenata da Antonio Giovinazzi), Latifi, Raikkonen, Schumacher e Mazepin.

Immagine

Q2

Leclerc, Verstappen, Ricciardo, Norris, Ocon, Gasly e Hamilton su tutti scendono in pista su gomma media all’inizio della seconda sessione di qualifiche, tentando una strategia diversa per la gara. Verstappen si mette al comando della classifica, rifilando tre decimi a Lewis Hamilton: terzo Norris e quarto Leclerc. La gomma gialla, in questo momento, sembra essere lo pneumatico più veloce al momento. Cancellati i tempi di Ricciardo e Perez, che dovranno quindi tentare il tutto per tutto nell’ultimo tentativo.

Immagine

Scendono una seconda in volta in pista coloro i quali devono ancora togliersi dalle posizioni calde. Perez sale solo in settima posizione, mentre Ricciardo si mette in nona posizione. All’apparizione della bandiera a scacchi, gli eliminati sono: Ocon, Vettel (che avrà penalità in griglia per il cambio di alcuni componenti del motore), Giovinazzi, Alonso e Russell (a cui è stato eliminato l’unico giro valido).

Immagine

Q3

Scendono in pista per prime le due Mercedes, seguite brevemente dalle Mclaren e dalle Ferrari. Si mette in prima posizione Max Verstappen, il quale viene però immediatamente superato dal compagno di squadra. Terze e quarte le due Mercedes, con Bottas davanti ad Hamilton, davanti alle due Ferrari. Dietro il cavallino rampante ci sono le due Mclaren ed infine le due Alpha Tauri: una sessione definibile come il gioco delle coppie.

Immagine

Viene riportata possibilità di pioggia in radio a Lando Norris, con alcune nuvole nere che giungono all’orizzonte. Si lanciano tutti per l’ultimo tentativo in questa sessione di qualifiche. Hamilton riesce a metterla in prima posizione, Norris sale in sesta posizione, Leclerc in quinta davanti a Sainz (che ha sorpassato Lando Norris), ma arriva Max Verstappen che riesce a siglare un super giro e a mettersi in pole position. Terzo Perez e quarto Bottas, che partirà però nono a causa della penalità.

Immagine
I risultati completi
+ posts