Le prime impressioni di Russell sulla Mercedes W13.

Le prime impressioni di Russell sulla Mercedes W13.

19 Febbraio 2022 0 Di Davide Citterio

George Russell è finalmente passato in Mercedes e già venerdì ha avuto la possibilità di provare la nuova Mercedes W13 in uno shakedown a Silverstone. Ecco le prime impressioni del pilota.

Questo venerdì c’è stato, dopo poche ore dalla presentazione, il primo shakedown di Mercedes a Silverstone. Di conseguenza, George Russell ha potuto provare per la prima volta una vettura della scuderia tedesca da pilota ufficiale. La prova non è stata semplice perché in questi giorni si sta abbattendo sul Regno Unito la tempesta Eunice, perciò il pilota britannico ha dovuto fronteggiare un circuito di Silverstone molto ventoso e bagnato.

George Russell a bordo della Mercedes W13 tornata argento dopo 2 stagioni.

L’esperienza vissuta secondo il pilota

“È il giorno più ventoso che abbia mai vissuto in tutta la mia carriera nel motorsport“, ha detto George Russell ai media dopo essere uscito dall’auto per consegnarla al compagno di squadra Lewis Hamilton .

“E’ stato assolutamente pazzesco, ma siamo riusciti a mantenere la macchina anche con una visibilità minima.

“Ad essere onesti, abbiamo eseguito il programma semplicemente facendola funzionare e assicurandoci che mi sentissi a mio agio, cosa di cui sono contento”.

Però, il pilota inglese non ha potuto fornire delle indicazioni dettagliate sulle sensazioni provate alla guida, in quanto le condizioni erano troppo avverse.

“L’auto si è comportata in gran parte come ci aspettavamo, ma con queste condizioni sul bagnato e con il vento non c’è molto che puoi trarre dalla macchina.

“Ma, penso che siamo in una buona finestra prima dei test di Barcellona”.

Le prestazioni sono in linea con la simulazione.

In primo luogo George Russell ha detto di essersi dato un pizzicotto prima di scendere in pista per assicurarsi che non fosse un sogno, ma ha anche rivelato le altre emozioni provate: “Beh, in primo luogo, mi è venuta la pelle d’oca quando l’auto è stata accesa per la prima volta. Inoltre, questa giornata fredda, ventosa e umida di Silverstone mi riporta alle mie radici.”

Il pilota è nativo di King’s Lynn, una città che si trova nel Nord-Ovest dell’Inghilterra.

Russell ha poi parlato della correlazione tra simulazione e guida in pista: “Ho fatto tanti giri al simulatore, ho visti tanti disegni e avuto tanti incontri a riguardo, ma non c’è niente come andare in pista.

“Penso che: se prendi la stessa identica macchina quando non c’è vento e poi la metti in pista a 100 chilometri orari di vento [come] oggi, sembrerà molto difficile da guidare.

“Era molto in linea con quello che abbiamo visto nel simulatore, ma, certamente, non è stato facile guidare là fuori con quelle condizioni.

Il ragazzo ha poi terminato dicendo che questa giornata verrà presa con le pinze ed è servita per mettere a loro agio entrambi i piloti e per assicurarsi che l’auto funzioni bene, dato che test di Barcellona sono dietro l’angolo.

+ posts