L’ora di svelare le carte.

L’ora di svelare le carte.

18 Marzo 2022 0 Di Giuseppe Ruffo

Alla vigilia del gran premio del Bahrain, Toto Wolff non vede l’ora di scoprire quali sono i veri potenziali di tutti i suoi sfidanti.

L’inizio della stagione si appresta sempre di più ad arrivare e ,finalmente, dopo mesi di poche luci e numerose ombre sulle prestazioni delle varie macchine, molto presto gli altarini verranno svelati.

D’altronde si sa, i test pre-stagionali forniscono scarse indicazioni circa il vera performance delle vetture, in quanto mappature di motore e carichi di benzina adoperati da ogni team sono sconosciuti alla rispettiva concorrenza.

In particolar modo il team principal Mercedes Toto Wolff, si è detto essere particolarmente su di giri nello scoprire la reale competitività delle varie monoposto rapportata soprattutto alla propria. Sentiamo le sue parole:

Alla vigilia del gran premio del Bahrain, Toto Wolff non vede l'ora di scoprire quali sono i veri potenziali di tutti i suoi sfidanti.

“È difficile dire esattamente dove ci inseriremo nell’ordine competitivo questo fine settimana in Bahrain, ma questo è ciò che rende questa nuova stagione e questa nuova era così eccitanti” sono le sue impressioni a riguardo.

L’austriaco ha poi proseguito, parlando di come tutte le squadre siano partite da un foglio bianco nella progettazione di queste macchine di ultima generazione.

“È una tabula rasa proprio per tutti. Come diciamo sempre, ciò che amiamo della F1 è che il cronometro non mente mai e sabato nelle qualifiche capiremo per la prima volta la vera competitivà di ognuno.”

Tuttavia dopo la fine delle recenti sessioni di test in Bahrain, il primo pilota della scuderia, Lewis Hamilton, si espresso in toni non particolarmente rassicuranti. Questo perchè la squadra di Brakley ancora non è riuscita a venire a capo del fenomeno del porpoising che tanto affligge la nuova W13, disagio che sembra essere già smaltito da molti altri competitors.

Alla vigilia del gran premio del Bahrain, Toto Wolff non vede l'ora di scoprire quali sono i veri potenziali di tutti i suoi sfidanti.

“Al momento questo è uno dei nostri punti deboli”, ha ammesso l’inglese. 

“Il porpoising è sicuramente un ostacolo, ma spero che in qualche riusciamo a sistemare questo problema il prima possibile in modo da poter concretizzare il vero potenziale di queste vetture”.

Verità o tutta pretattica? Fortunatamente tra poche ore scopriremo la realtà delle cose.

+ posts