Le opzioni di Alonso in caso di addio all’Alpine.

Le opzioni di Alonso in caso di addio all’Alpine.

26 Maggio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Se la McLaren decidesse di non continuare con Ricciardo, questa sarebbe l’unica alternativa di Alonso per il 2023? Esaminiamo tutte le opzioni che lo spagnolo ha per la prossima stagione.

La scorsa settimana abbiamo cominciato a vedere i primi segnali di un possibile allontanamento dall’Alpine di Fernando Alonso. Nel fine settimana Luca de Meo ha sottolineato di ritenere difficile trovare una soluzione piacevole per per Piastri, Alonso ed Esteban Ocon.

Questo lunedì, sul canale Twitch di Soymotor, Antonio Lobato ha parlato di complicazioni per quanto riguarda la continuità dello spagnolo nella squadra. Parallelamente, la grande prestazione di un malato Lando Norris in Spagna si è contrapposta a quella di Daniel Ricciardo e alla McLaren. 

I piloti in scadenza di contratto quest’anno sono: Mick Schumacher, i piloti della della Williams, Guanyu Zhou, i piloti di AlphaTauri, Fernando Alonso e Sergio Pérez.

Se la McLaren decidesse di non continuare con Ricciardo, questa sarebbe l'unica alternativa di Alonso per il 2023? Esaminiamo tutte le opzioni che lo spagnolo ha per la prossima stagione.

Per scoprire dove potrebbe andare, iniziamo scartando i posti:

  • Red Bull: nel team delle bevande energetiche sarebbero pazzi se non rinnovassero Sergio Pérez, soprattutto dopo il suo aiuto nel Gran Premio di Spagna. Allo stesso modo, Fernando Alonso sarebbe “pazzo” se volesse andare in Red Bull perché sembra che non ci sia un modo umano per battere Max Verstappen su quella macchina e se ci fosse, come ha mostrato “Checo” in Spagna, la squadra non ti lascerà vincere. Se l’intenzione di Fernando è quella di vincere un campionato del mondo, la Red Bull non è un’opzione. È escluso da entrambe le parti.
  • AlphaTauri: Se la Red Bull non fa per te, immagina la squadra B. Non c’è interesse da parte di Fernando e la filosofia della squadra è scommettere sui giovani talenti. 

Togliendo Alpine, dove può rimanere o meno, sei sono opzioni sono aperte

Haas: È un’opzione molto scarsa perché la squadra è in gravi difficoltà finanziarie. Non si sa se potranno competere tutto l’anno a questo livello perché i soldi che hanno sono della famiglia Mazepin, che non c’è più. È una squadra che praticamente non sviluppa la vettura e non ha un grande progetto per il futuro per vincere un mondiale. Tuttavia, stanno raggiungendo il terzo trimestre e ottenendo risultati quest’anno. Probabilmente l’opzione più estrema e più lontana.

Williams: Ci saranno due lacune l’anno prossimo perché le ore di Nicholas Latifi sono limitate in Formula 1 nonostante i soldi che ha. Alex Albon non sarà per sempre in prestito dalla Red Bull. Williams è un’opzione meno allettante di Haas. Né hanno un progetto di crescita per lottare per i campionati nei prossimi due o tre anni.

Alfa Romeo: Non un’opzione super allettante, non lotterà per la vittoria nel 2023, ma quest’anno meglio di Alpine. Se Valtteri Bottas mettesse quella macchina in quinta posizione su più circuiti, Alonso farebbe almeno la stessa cosa: iniziare a lottare per la Top 5 o la Top 6 su base regolare, cosa che Alpine quest’anno non sta ottenendo.

Inoltre, non ci dà la sensazione che il team stia commettendo errori che potrebbero far disperare Alonso, come i sei secondi di pit stop o la mancanza di sincronizzazione in Q1. Non è particolarmente allettante perché è ancora un team di clienti Ferrari. È un’opzione succosa nella zona centrale del gruppo.

Aston Martin – Il futuro di Vettel con l’Aston Martin non sembra essere chiuso e Lawrence Stroll stravede per Fernando Alonso vestito di verde da anni.

Ha cose buone e cattive: quelle buone, che hanno molte aziende dietro a mettere soldi e l’interesse dell’Audi, oltre al nuovo stabilimento di Silverstone e all’ingaggio di personale come Dan Fallows; il negativo, che è una squadra politicizzata e tossica perché gareggi con il figlio del capo… e se riesci ad avere una macchina per vincere, non puoi mai sapere cosa accadrà..

Mercedes : Se arriva la ‘carambola’ e Hamilton vede che non può battere Russell o che una tappa è finita, potrebbe non avere più voglia di correre e si ritirerà. È difficile che succeda. Ma se ciò accadesse, la Mercedes non avrebbe scelta migliore di Alonso. Ha già un pilota giovane e non gli interessa un Norris o un Gasly, ma un campione del mondo. Ovviamente, dovrebbe arrivare e competere con Russell, un pilota “di casa” per la Mercedes e che si sentirebbe come Max Verstappen alla Red Bull.

McLaren: Un terzo ritorno alla McLaren? Lando Norris ha rinnovato a lungo termine e la squadra è convinta che vincerà i campionati del mondo, ma Daniel Ricciardo è più fuori che dentro la F1. Non è impossibile immaginare che la McLaren si separerà da Ricciardo, e le alternative IndyCar, come O’Ward o Herta, continuano ad avere un livello molto distante da quello della F1.

L’opzione preferita per la McLaren dovrebbe essere Alonso, visto che è stato un pilota di casa, è esperto, va d’accordo con Norris e il suo rapporto con Zak Brown è molto buono. Fernando non avrebbe altra scelta. Il lato negativo è ancora una volta che è una squadra cliente.

+ posts