Marko riprende Verstappen: un suo errore è sfuggito alle telecamere

Marko riprende Verstappen: un suo errore è sfuggito alle telecamere

5 Luglio 2022 0 Di Daniele Donzelli

Helmut Marko ha sottolineato un errore di cui pochi si sono accorti di Verstappen. L’olandese ha sbagliato rientrando ai box la prima volta dopo il problema della sua RB18.

Il weekend appena trascorso a Silverstone è stato in parte dolce in parte amaro per la Red Bull. Come ha anche ricordato Horner, poteva andare peggio visti i problemi di cui ha sofferto Verstappen. Il campione del mondo in carica ha corso con una macchina con dei danni per quasi tutta la gara, ed è riuscito a chiudere 7°. D’altro canto, la Ferrari non ha sfruttato l’occasione, con Leclerc che ha concluso solamente al quarto posto, recuperando quindi 6 punti. Inoltre, Red Bull ha portato a casa un podio importante con Perez, costretto a risalire dalle ultime posizioni dopo un contatto ad inizio gara con Leclerc. Helmut Marko però, dopo la gara, ha rivelato un retroscena riguardante un errore di Max di cui pochi si sono accorti.

Il consulente della Red Bull ha esordito (come riportato da racingnews365.com) parlando del momento in cui Verstappen ha avvertito il problema all’interno della sua macchina, pensando che si trattasse di una foratura.

“La prima reazione di Max è stata: la macchina non sterza più. Naturalmente, quindi, si pensa ad una gomma a terra. Lo abbiamo fato rientrare e così abbiamo scoperto che non era questo il caso” ha affermato.

Marko riprende Verstappen: un suo errore è sfuggito alle telecamere

Marko si è poi soffermato su un errore commesso dal pilota della Red Bull, che non è stato ripreso dalle telecamere. Verstappen ha infatti spiattellato il suo set di gomme rientrando ai box.

“Verstappen ha guidato così veloce in pitlane ed era così arrabbiato che ha rovinato il suo buon set di gomme medie frenando all’entrata dei box. Di conseguenza, quel set di medie non poteva più essere utilizzato. Verstappen ha commesso questo errore, anche se in quella situazione è comprensibile” ha raccontato.

Infine, il consulente della Red Bull ha spiegato che la squadra ha capito subito che la macchina poteva continuare la gara anche se in cattive condizioni. Nonostante ciò, Verstappen ha continuato a lamentarsi, in quanto la macchina perdeva 1,5/2 secondi ogni giro rispetto alle prestazioni della RB18 sana.

“Abbiamo telecamere e sensori in diverse posizioni. I nostri ingegneri hanno guardato tutto e hanno stabilito che la macchina era ancora sicura da guidare. A quel punto lo abbiamo comunicato [a Max]. Lui ha urlato ‘la macchina è incontrollabile, qualcosa deve essersi rotto’. Alla fine abbiamo scoperto che il problema era un pezzo dell’ala posteriore di Tsunoda. Questo pezzo si è incastrato nei canali Venturi, facendoci perdere il 20% di carico aerodinamico. In termini di tempo sul giro questo significa perdere da un secondo e mezzo a due secondi!” ha concluo Marko.

+ posts