AlphaTauri in crisi, Gasly chiede aggiornamenti

AlphaTauri in crisi, Gasly chiede aggiornamenti

12 Luglio 2022 0 Di Daniele Donzelli

L’AlphaTauri sta vivendo un momento di grande difficoltà. Gasly crede che la macchina abbia assolutamente bisogno di aggiornamenti e sviluppi.

Se fosse possibile, AlphaTauri sarebbe una delle squadre che tornerebbe volentieri all’anno scorso. La scuderia di Faenza sta faticando ad ottenere punti: la macchina non ha la stessa competitività del 2021. In particolare, le ultime 7 gare sono state piuttosto complicate per la sorella minore della Red Bull. I due piloti Gasly e Tsunoda sono andati a punti solamente due volte (una a testa) in questo periodo. Il francese ha conquistato un quinto posto (10 punti) a Baku, mentre Yuki è arrivato decimo a Barcellona (1 punto).
Il giapponese ha commesso un grave errore a Silverstone, dove è andato in testacoda toccando il suo compagno di squadra: i due si trovavano ampiamente in zona punti, ma alla fine sono rimasti a secco.

Nell’ultimo weekend in Austria, invece, sono mancate proprio le prestazioni. Ad eccezione delle qualifiche di venerdì, i due alfieri AlphaTauri non hanno mai avuto un buon ritmo. Gasly ha concluso 15°, appena davanti a Tsunoda. Certamente non un risultato soddisfacente. Anche la Sprint Race non ha sorriso a Gasly, coinvolto in un incidente alla prima curva.

Il francese ha parlato della situazione della sua squadra, affermando che la AT03 ha bisogno di aggiornamenti.

“L’intero weekend è stato un disastro a parte le qualifiche” riporta gpfans.com. “Non eravamo da nessuna parte in termini di passo gara. Ho provato a fare tutto il possibile nella macchina, ma al momento non c’è proprio niente da fare. Abbiamo disperatamente bisogno di aggiornamenti sulla macchina per riuscire ad ottenere qualche risultato decente” ha affermato.

AlphaTauri in crisi, Gasly chiede aggiornamenti

Gasly ha spiegato che proprio la mancanza di novità sta rovinando l’annata dell’AlphaTauri, che non era iniziata in maniera malvagia (16 punti nelle prime 6 gare).

“Non è sorprendente che senza nuovi componenti gli altri migliorino [rispetto a noi]. Se si guarda all’inizio dell’anno, lottavamo con i ragazzi davanti (di centro gruppo), ora finiamo 20-30 secondi dietro di loro. Perdiamo quattro, cinque decimi al giro, e qusto è quello che dobbiamo recuperare” ha aggiunto.

Pierre si augura che il suo GP di casa possa essere una svolta in termini di passo, in quanto sono previste delle novità per la scuderia di Faenza.

“Non abbiamo ritmo. Si può guardare Yuki [Tsunoda], me stesso, anche la strategia – abbiamo perso una posizione quando abbiamo fatto il pit stop – ma in fin dei conti, non abbiamo proprio ritmo. Si può fare qualsiasi cosa, qualunque strategia” ha spiegato Gasly. “Non possiamo andare avanti così, con la velocità che abbiamo al momento, dobbiamo ripartire. Dovremmo avere alcuni nuovi componenti in arrivo e speriamo che arrivino per la Francia e che possiamo avere un ritmo migliore lì” ha concluso.

+ posts